DONNE: Nel Trittico Fideuram a Cles esultano Beatrice Bartelloni, Ilaria Bonomi e Chiara Bragato

Cles (TN) (19/6) – La Val di Non ha indossato l’abito da festa, proponendosi come capitale del ciclismo femminile per un’intera giornata ed ospitando il “gotha” nazionale delle due ruote in rosa, senza dimenticare la curiosa e significativa presenza al via di una rappresentativa della nazionale austriaca. Il tutto, grazie al Trittico Banca Fideuram, un tris di gare giovanili (Esordienti, Allieve e Juniores) organizzato dalla Cristoforetti del presidente Giorgio Leonardi e che ha visto schierate ai nastri di partenza oltre 200 atlete. Un evento che ha anticipato nell’immediato l’arrivo della terza ed ultima tappa del Giro del Trentino Femminile internazionale.
JUNIORES – PRIMO TROFEO LOCHNER. Va in Friuli Venezia Giulia il primo trofeo Lochner e, precisamente, finisce nella bacheca della portacolori del team Verso L’Iride Beatrice Bartelloni, che ha così conquistato il terzo successo personale del 2011.
Nella corsa che ha aperto il Trittico Banca Fideuram, organizzato dalla Cristoforetti di “patron” Paolo Leonardi con una novantina di atlete al via (tra le quali anche alcune rappresentanti della nazionale austriaca), la Bartelloni è stata indiscussa protagonista, prima brava ad evadere dal gruppo assieme a Giulia Ronchi (Top Girls) e poi ad aggiudicarsi la volata che ha deciso la gara, davanti a Michela Pavin (Sc Vecchia Fontana Padova) e Chiara Vannucci (Gs Cicli Fiorin Despar), rispettivamente seconda e terza.
Allo sprint hanno preso parte 32 atlete, in virtù della selezione imposta passaggio dopo passaggio dall’ondulato ed apprezzato percorso di 11,200 km, da ripetere sei volte, con partenza ed arrivo a Cles (in via Degasperi) e transiti anche dai Comuni di Tuenno e Tassullo.
Dopo una prima parte di gara senza particolari emozioni, con le attese “big” di giornata impegnate a marcarsi l’un l’altra, ci ha pensato Beatrice Bartelloni a ravvivare la corsa, uscita allo scoperto nel quarto dei sei giri del circuito in programma, seguita nel proprio intento dalla piemontese della Top Girls (élite del primo anno) Giulia Ronchi, atleta che nel 2010 vestiva proprio la casacca della società organizzatrice, la Cristoforetti.
Le due hanno raggiunto un vantaggio massimo di 28”, per poi essere riprese durante il quinto giro. A quel punto, mentre il gruppone di testa perdeva elementi ad ogni passaggio, sono rimaste al comando 32 atlete, che si sono presentate tutte assieme sul traguardo di via Degasperi. A decidere, quindi, è stato uno sprint di gruppo, con una atleta della nazionale austriaca a lanciare lo sprint lungo ai 500 metri, poi scavalcata dalla Bartelloni, che, dopo averne sfruttato la scia, si è lanciata verso lo striscione d’arrivo a velocità doppia ed ha chiuso a braccia levate con quasi una bicicletta di vantaggio su Chiara Vannucci e Michela Pavin. Quarta Corinna Defilè e quinta l’altoatesina dell’Asd Breganze Anna Zita Stricker.
Nel gruppo di testa anche la combattiva portacolori della Cristoforetti Jessica Schiavo, che ha chiuso la propria prova in 19.a posizione. 25.a invece la gardesana in forza alla Banca Adriana Bolzano Simona Bortolotti.
Per tutte le atlete in gara, si è trattato di un prezioso test in vista degli ormai prossimi campionati italiani. E chissà che la prossima maglia tricolore non possa essere vestita da una delle protagoniste del trofeo Lochner.

Ordine d’arrivo: 1. Beatrice Bartelloni (Verso L’Iride) Km. 67,200 in 1h52’30”, media 35,840; 2. Michela Pavin (Sc Vecchia Fontana Padova) st; 3. Chiara Vannucci (Gs Cicli Fiorin Despar) st; 4. Corinna Defilé (Team Valcar) st; 5. Anna Zita Stricker (Asd Breganze Cicloclub) st; 6. Gloria Boldrini (Team Valcar) st; 7. Giorgia Baraldo (Verso L’Iride) st; 8. Veronica Cornolti (Nuovo Ciclismo) st; 9. Ilaria Sanguineti (Team Valcar) st; 10. Dalia Muccioli (Gs Potentia) st.

ALLIEVE – PRIMO TROFEO SALUMIFICIO RENDENA. La chiusura del ricco Trittico Banca Fideuram è toccata, nel primo pomeriggio (partenza alle 13), alle atlete della categoria Allieve. Oltre 60 le giovani promesse delle due ruote in rosa al via, con tutte le “big” della categoria presenti ai nastri di partenza.
Per loro, da percorrere nove giri di un circuito cittadino di 4,600 km (in totale 41,400 km), piuttosto ondulato e capace di imporre una lenta ma continua selezione.
Dopo una prima parte di corsa all’insegna della classica fase di studio, il primo tentativo di allungo è arrivato al termine del sesto passaggio, per opera della portacolori dell’Uc Val d’Illasi Ilaria Bonomi. Un tentativo che non ha prodotto l’esito sperato, al pari di quello messo in atto, nel corso della tornata successiva, dalla portacolori della Vecchia Fontana Padova Maria Vittoria Sperotto.
L’attacco decisivo, invece, è arrivato poco prima del suono della campana che annunciava l’ultimo giro, con il terzetto composto da Francesca Pattaro (Scuola Ciclismo Vò), Susanne Ebner (Union Raiffaisen Rad Team) e Ilaria Bonomi (Uc Val d’Illasi) a prendere il largo, transitate a 5 km dall’arrivo con 20” di vantaggio sul gruppo.
Vantaggio che le tre fuggitive sono riuscite ad amministrare fino al termine della corsa, decisa da uno sprint a ranghi ristretti che ha premiato l’atleta più combattiva della giornata, Ilaria Bonomi, che ha così potuto brindare al terzo successo stagionale, il primo su strada (le altre due vittorie erano arrivate a cronometro). Secondo posto per la tirolese Susanne Ebner e terzo per Francesca Pattaro.
Per quanto riguarda le atlete di casa della Cristoforetti, quindicesima Elena Leonardi.

Ordine d’arrivo: 1. Ilaria Bonomi (Uc Val d’Illasi) Km. 41,400 in 1h12’15”, media 34,381; 2. Susanne Ebner (Union Raiffaisen Rad Team Tirol); 3. Francesca Pattaro (Scuola Ciclismo Vò); 4. Beatrice Camatta (Industrial Forniture Moro Viotto); 5. Elena Bernardi (Sprint Vidor Edilsoligo); 6. Silvia Grotto (Lievore Detersivi Artuso); 7. Maria Vittoria Sperotto (Sc Vecchia Fontana); 8. Nicole Dal Santo (Sc Vecchia Fontana); 9. Jessica Piccolo (Industrial Forniture Moro Viotto); 10. Linda Fattori (Uc Val d’Illasi).

ESORDIENTI – TERZO TROFEO GROUPAMA. Oltre 70 atlete si sono presentate al via del terzo trofeo Groupama, gara per Esordienti e seconda prova del Trittico Banca Fideuram organizzato dalla Cristoforetti. La corsa, che si sviluppava su un circuito cittadino di 3,100 km tutto ricavato nell’abitato di Cles (da ripetere 9 volte con un breve strappo di un centinaio di metri), non ha regalato grandi sussulti prima dell’annunciata “volantona” finale, se non qualche timido tentativo di allungo.
Nel corso delle nove tornate del percorso, hanno provato a mettere fuori il naso prima la portacolori della Industrial Forniture Anna Faoro e poi Katia Ragusa del Gs Young Tam Arcade, quest’ultima capace di guadagnare non più di 300 metri sul gruppo, sempre attento su ogni tentativo di fuga.
Al suono della campana che indicava l’ultimo giro, quindi, il plotoncino si è presentato ancora compatto e non ha avuto fortuna nemmeno il tentativo estremo (a poco più di un chilometro dall’arrivo) dell’atleta della Industrial Forniture Anna Presti, che si è dovuta arrendere anch’essa al prepotente ritorno del gruppo.
A decidere la gara, pertanto, è stata l’annunciata volata di gruppo, che ha premiato la veneta della Vecchia Fontana Padova Chiara Bragato, prima sul traguardo davanti a Katia Ragusa (Young Team Arcade) ed a Sofia Beggin.

Ordine d’arrivo: 1. Chiara Bragato (Sc Vecchia Fontana) Km. 27,500 in 49’58”, media 33,022; 2. Katia Ragusa (Gs Young Team Arcade); 3. Sofia Beggin (Scuola Ciclismo Vò); 4. Arianna Ostenti (Sc Vecchia Fontana); 5. Elisa Dalla Valle (Lievore Detersivi Artuso); 6. Anna Faoro (Industrial Forniture Moro Viotto); 7. Martina Stefani (Vc Isolano); 8. Sara Pillon (Vicenza Pink Bike); 9. Sara Mariotto (Sprint Vidor Edilsoligo); 10. Nicole Magagna (Vc Isolano).

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

2 Responses to DONNE: Nel Trittico Fideuram a Cles esultano Beatrice Bartelloni, Ilaria Bonomi e Chiara Bragato

  1. Clizia says:

    Chissà che un giorno Iris possa correre in Val di Non, sogno della mamma!!!Clizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *