2 settembre 2012 Pawel Wergierski (Ceresetto) conquista per il secondo anno consecutivo la TRIESTE GORIZIA UDINE

PAWEL WEGIERSKI ad un anno di distanza riscrive il suo nome nell’albo d’oro della TRIESTE GORIA UDINE, una della piu’ belle gare riservate alla categoria allievi.

La MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA ALLA GRANDE DAL CICLO ASSI FRIULI ha visto alla partenza ATLETI DELLA SLOVENIA, DELLA CROAZIA, DEL VENETO, di TUTTE LE SOCIETA DEL FRIULI VG e della NAZIONALE DELL’AUSTRIA.

A TRIESTE, dove sole e mare facevano da splendida coreografia a Piazza dell’Unita’ d’Italia, in cento rispondono all’appello degli organizzatori e sono salutati da turisti e sportivi. Una leggera brezza da’ a tutti il “benvenuto” della citta’ giuliana.

Si parte in orario e dopo un trasferimento ad andatura turistica per godersi il mare di Barcolla al bivio di Miramare la gara prende il via ufficiale.

Partenza a spron-battuto lungo la “Costiera” con scatti ed allunghi che vedono protagonista il corridore austriaco Markus Kopfauf.
Sul Carso Goriziano ancora gli atleti d’oltrale si mettono in evidenza con Kopfauf e Pinter a cui si agganciano il veneto Meneghin lo sloveno Pogar e un indomito Verardo del Fontanafredda. Nell’attrevarsemaneto di Gorizia il quintetto viaggia con quasi un minuto su un gruppo non ancora rassegnato. A Cormons il vantaggio dei fuggitivi si assotiglia e, quando, attraversato lo Judrio, si entra in Provincia di Udine il gruppo ritorna compatto.

Gli applausi di tanti automobilisti, che sportivamente permettono lo svolgimento della gara, salutano il coraggio di Moratti, Rajk, Vuga e Levincinik che a San Giovanni al Natisone riescono a guadagnare un paio di dozzine di secondi.

Quando si sale al Montecristo il gruppo affronta la salita allungato ma la classica variante inserita nel percorso non crea sussulti, e attraversato Buttrio sulla strada per Udine transita il gruppo compatto e “blindato”. Si entra a Udine da Viale Palmanova e Perosa del Fontanafredda riesce a trovare il coraggio ed il tempismo di evadere ma non ha fortuna.
Una caduta coinvolge una decina di atleti ma non ci sono gravi conseguenze.

All’ultimo KM il gruppo compatto si avvicina al traguardo.

Pawel Wergierski polacco del Ceresetto Pratic, con tempismo e un sprint da manuale costringe l’austriaco Taferner al mettere nel cassetto il “suo sogno di gloria”, buon terzo lo sloveno Pazlar di Bled.

Un ordine di arrivo all’insegna della intenazionalita’ e della amicizia e collaborazione attraverso lo sport.

20 TRIESTE GORIZIA UDINE di Km. 79 alla media di 41,579 Km/h

ORDINE DI ARRIVO:

1° WEGIERSKI PAWEL (A.S.D. LIB CERESETTO PRATIC DANIELI)
2° TAFERNER STEFAN (AUSTRIA)
3° PAZLAR ANZE (KK GREGA BOLE BLED)
4° DE ROVERE MATTEO (S.C. FONTANAFREDDA)
5° KOPFAUF MARKUS (JUFA GRAZ)
6° STAFFUS DANIEL (S.C.D. PEDALE SANVITESE)
7° VERARDO ANDREA (S.C. FONTANAFREDDA)
8° DE MARCO DAVIDE (S.S. SANFIORESE)
9° DE NARDIN LORENZO (V.C.GIRELLI CICLI – DALLA ROSA MOBILI ASD)
10° GRUBER JULIAN (AUSTRIA)

by Aldo Segale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi