gran fondo Sportful ( Feltre ) – Corsa per Haiti ( Feletto Umberto )

Gran fondo SPORTFUL e Corsa per Haiti

Domenica 16 giugno in quel di Feltre si è corsa la gran fondo più dura d’Italia, ovvero la Sportful che in passato si chiamava Campagnolo.
Come nelle passate edizioni risulta una “hors categorie” , chilometraggio elevato e dislivello degno da tappone del Giro d’Italia: 215 km con un dislivello di 5400 mt!
Tutti i gran fondisti dovrebbero almeno una volta parteciparvi: ve lo assicuro, sarà una sfida con se stessi, che una volta portata a termine lascia emozioni uniche.
Comunque…. Anche il percorso di medio fondo ricalca la durezza della prova sulla lunga distanza: 122 km con un dislivello di 2650 mt; nell’ordine si devono scalare: Forcella Franche, Forcella Aurine, Passo Cereda e Passo Croce d’Aune. Proprio su questo percorso eravamo rappresentati da due nostri atleti: Paolo Bevilacqua e Alberto Bolzan.
I nostri due atleti si sono ben distinti ed hanno chiuso rispettivamente in 4h 44’ e 4h50’ a ridosso del primo gruppo inseguitore dei primi atleti arrivati al traguardo.
Domenica 23 giugno, invece si è corso in regione: a Feletto Umberto ( UD ) si è disputata la 21° Corsa per Haiti. Purtroppo dopo tanti anni di successi per le splendide gran fondo organizzate dal team Chiarcosso, in questa edizione si è dovuti modificare la prova su strada, per l’evidente difficoltà logistica nell’organizzazione. Da una splendida gran fondo che toccava una bella porzione dei colli friulani, si è passati ad una doppia prova in linea, ambedue nella stessa giornata, con una pausa ristoratrice tra le due. La prima semitappa vedeva appunto la classica sede di partenza di Feletto per poi concludersi dopo 70 km sul Monte Prat. La seconda, dopo qualche ora di riposo dopo l’arrivo, partiva invece dal Monte Prat per poi fare ritorno a Feletto Umberto.
Da una gran fondo si è passati a due prove in linea stile corse Udace.
Noi del Team Isonzo eravamo ben rappresentati con diversi nostri atleti: Massimo Comelli, Mauro Camuffo, Tullio Morgut, Roberto Rosin, Alessio Macuglia, Roberto Tomat, Luciano Spanghero, Marco Bregant, Franco Lupieri, e Giorgio Bordignon.
Purtroppo causa la velocità molto elevata con cui si sono svolte le prove, ci sono state delle cadute che hanno coinvolto anche nostri atleti, ma fortunatamente senza gravi conseguenze. Da segnalare nella seconda prova l’ottima prestazione di Mauro Camuffo, classificatosi 16° assoluto.
Questa nuova tipologia di corsa non ha avuto molti riscontri positivi, ma comunque al team organizzatore va il plauso per la loro costante iniziativa d’aiuto per le povere bambine di Haiti.
E per l’ultima domenica di giugno?
Noi del Team Isonzo Amatori saremo super impegnati in montagna: ci saranno due appuntamenti importanti a cui prenderemo parte in forze, Maratona delle Dolomiti e Carnia Classic Crostis; ci sarà da sudare, molti saranno i mt di dislivello da superare.

B.G.

Mauro all'arrivo
Luciano e Alessio in gruppo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi