16^ GIORNATA DEL CICLISMO GIOVANILE ISONTINO

MEMORIAL RENATO, SILVANA E SEVERINO LORENZON.

15^ MEMORIAL FEDERICO CARLET

23^ MEDAGLIA D’ORO MEMORIAL MAURO MAREGA E MASSIMO VICENTINI

16^ MEMORIAL DIEGO MANUNZA

TARGA DI RICONOSCIMENTO AI PIÙ COMBATTIVI IN MEMORIA DI EZIO MORATTI E GIANFRANCO GALLON .

Domenica 16 giugno 2019 si è svolta a Pieris (comune di San Canzian d’Isonzo) la 16^ GIORNATA DEL CICLISMO GIOVANILE ISONTINO, organizzata dalla società’ Team Isonzo Ciclistica Pieris con il patrocinio del Comune di San Canzian d’Isonzo.

Si sono susseguite nell’arco della giornata più gare , ad iniziare con i GIOVANISSIMI che hanno visto contendersi il podio ragazzini delle categorie dalla G1 alla G6, con la straordinaria partecipazione anche della categoria G0. Quasi una ventina le società che hanno aderito per un totale di 193 tra ragazzi e ragazze delle varie categorie. La gara inoltre era valida per l’accumulo di punti nel “Trofeo Aquilotti” . All’interno del Giardino Europa nel centro di Pieris hanno trovato posto non solo i gazebo colorati delle diverse società ma anche un chiosco fornitissimo dove i volontari del gruppo “Seima della Barca” si sono dedicati ad allietare i palati di giovani e meno giovani nel corso dell’intera giornata . Sottofondo musicale di Dj Pappa adeguato a tutte le categorie ! Si sono svolte le premiazioni in presenza dell’assessore allo sport Renzo Mattei e il vice presidente della FCI FVG Francesco Seriani. Per la categoria dei Giovanissimi sono state premiate le prime tre ragazze e i primi cinque ragazzi in più ogni mini-ciclista, compresi i G0, hanno ricevuto come riconoscimento una medaglia. 

Nella gara unica degli ESORDIENTI primo e secondo anno, 15^ MEMORIAL FEDERICO CARLET”, era anche prevista l’assegnazione della maglia di campione provinciale di Gorizia. Gara che contava ben 108 iscritti, risolta con una volata generale a ranghi compatti che ha visto prevalere su tutti il portacolori del Velo Junior Nove, LEONARDO LUNARDON che sul traguardo ha dedicato la vittoria a Nicolò Celi, il ragazzino di 15 anni giovane promessa del ciclismo e suo compagno di squadra vittima di un incidente stradale avvenuto martedì 5 giugno. Per gli esordienti del primo anno a prevalere è stato JACOPO VENZO, anche lui della formazione vicentina del  Velo Junior Nove. Per la maglia di Campione provinciale di Gorizia esordienti primo anno ha prevalso DAVIDE STELLA della squadra di casa Team Isonzo Ciclistica Pieris, mentre tra i ragazzi del secondo anno si è imposto VITTORIO ARCANGELI della Scuola Ciclismo Senza Confini.  Durante le premiazioni è stato assegnato anche il premio per il più combattivo, in ricordo di Ezio MORATTI , aggiudicato a GUGLIELMI NICHOLAS della Sc La Pujese.

Degli 86 iscritti, 71 della categoria ALLIEVI erano presenti alla partenza per il 23^ MEMORIAL MAURO MAREGA E MASSIMO VICENTINI E IL 16^ MEMORIAL DIEGO MANUNZA , si sono distinti in un circuito ripetuto per cinque volte dapprima pianeggiante per poi portarsi nell’ultimo giro sulle alture ondulate del Carso dove era situato il GPM di San Martino del Carso. Prima fase di gara caratterizzata dalla fuga a due di Luca Bolzonella della Sacilese Euro 90 Punto 3 e Fabio Pagnucco della società Gottardo Giochi Caneva che, per la sua tenacia e resistenza durante tutta la gara, si è aggiudicato la targa del più combattivo dedicata a Gianfranco Gallon. Alle prime rampe carsiche azione solitaria del portacolori del Caneva, Jacopo Cia che veniva poi raggiunto da una ventina di contrattaccanti che si disputavano il GPM conquistato dall’ atleta sloveno KRALJ FABIJAN della società KK Pantal, con il dorsale n58, seguito dal dorsale n41 della società Ljubljana Migi Migi GREGORCIC NATAN e il n86 SKERL DANIEL della Ctf. Nel tratto pianeggiante, che anticipava l’arrivo nel centro del paese, sono rientrati via via diversi corridori, presentandosi sul traguardo di Via Roma a Pieris a ranghi compatti. Nella volata finale ha prevalso nettamente il portacolori della Rinascita Ormelle Friuli, LORENZO URSELLA che ha anticipato DANIEL SKERL del Cycling Team Friuli

Un plauso a nostro avviso deve essere riservato a tutte le persone, genitori dei ciclisti compresi, che hanno dato il loro contributo in termini di tempo, fatica e denaro per permettere la realizzazione di questa giornata non solo sportiva ma che da risalto alla sensibilità della comunità e allo spirito di rispetto tra ragazzini di diverse età , non trascurando il divertimento e la  spensieratezza che hanno contraddistinto questa domenica .

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi