2006/07 Stefano Presello

sul tetto d’Italia

Sulla pista di Bassano del Grappa titolo di Campione Italiano al Team Isonzo
E’ stata una gioia incontenibile quando Stefano Presello ha fatto fermare le lancette del cronometro sul tempo di 1’07”,00. I Direttori Sportivi Eddi Degano e Guido Carlet hanno sempre creduto nelle doti di questo loro atleta. Sul Velodromo di Bassano del Grappa il Team Isonzo ha potuto gridare “Campione Italiano!”. Nella prova del chilometro da fermo Stefano Presello partiva subito bene, già in testa ai cento metri, per poi incrementare via via il vantaggio nei due giri e mezzo della pista in cemento di Bassano e concludere il chilometro con il miglior tempo. I corridori Juniores convocati a difendere i colori del Friuli Venezia Giulia ai Campionati Italiani erano Torresin, Calligaro, Gani, Cimolai, Petter, Delben, Biasio, Marcolina, Vivan e Stefano Presello. Lo stato di forma dell’atleta del Team Isonzo lo si è potuto notare sin dalle prime prove quando Presello ha ottenuto un quinto posto nello scratch e, assieme a Delben e Gani, un quarto posto nella Velocità Olimpica. Ma la sua prova era il chilometro; quei mille metri che sembrano non finire più, dove per percorrerli nel minore tempo possibile bisogna saper dosare lo sforzo, riuscendo a tenere alta la velocità per poi dare tutto nel finale. Quel chilometro da fermo che gli aveva dato soddisfazioni già nel Velodromo di Pordenone nella prova di Coppa Europa dove aveva trionfato a scapito di avversari Continentali con il tempo di 1’09″600. Quel chilometro che dopo la strepitosa performance offerta ai Campionati Italiani di Bassano del Grappa gli ha spalancato la porta della Nazionale, attirando l’attenzione dei tecnici che seguono i velocisti per il Campionato del Mondo che si disputerà a Gand in Belgio dal cinque all’otto agosto. Per il Team Isonzo a Bassano del Grappa, oltre ai raggianti Direttori Sportivi Eddi Degano e Guido Carlet, hanno potuto gioire per il titolo appena conquistato anche il presidente Giacomo Bartelloni e il team manager Marco Floreani che assieme al presidente del Comitato Provinciale di Gorizia Renato Bagolin si sono stretti attorno al neo Campione Italiano Stefano Presello. E per le società aderenti al Progetto Ciclismo Isontino è stata una grande soddisfazione vedere che la neo costituita formazione Juniores del Team Isonzo, su cui vengono riposte le speranze per il futuro dell’attività agonistica nell’Isontino, si possa effigiare del secondo titolo di Campione Italiano all’interno del Progetto stesso dopo quello conquistato nella Mountain Bike dall’AC Pieris – Team Isonzo con l’esordiente Denis Milic. Un augurio da parte di tutte le società che portano il nome “Team Isonzo” va a Stefano Presello con la convinzione che anche a Gand nel Campionato del Mondo saprà rinnovare l’entusiasmo riposto su di lui e su tutta la formazione Juniores.

Stefano Presello Mondiale: quinto posto nel chilometro a Gand

Le ali dell’entusiasmo si sono spiegate sul parquet di Gand in Belgio e hanno portato il nome del Team Isonzo a risultati Planetari. Stefano Presello, un nome che quest’anno ha segnato il chilometro da fermo con i risultati prima nella prova di Coppa Europa (con il tempo di 1’09”60), poi nella prova che lo ha incoronato Campione Italiano a Bassano del Grappa con il tempo di 1’07”00 ed ora con la gara superlativa al Campionato del Mondo a Gand. Al cospetto di tutti i migliori juniores a livello mondiale su un velodromo coperto, nella specialità del chilometro da fermo, Stefano Presello (al primo anno nella categoria), dimenticando per un attimo l’euforia per la convocazione al Campionato del Mondo dopo essere stato escluso in occasione dei Campionati Europei (nonostante i risultati ottenuti in Coppa Europa), trovava la concentrazione, quindi la forza per spingere sui pedali, poi la resistenza per mantenere l’altissima velocità per mille lunghissimi metri, facendo bloccare il cronometro sullo strabiliante tempo di 1’05”984, che valeva all’atleta isontino il quinto posto Mondiale (miglior atleta Juniores del primo anno). Questo risultato vede riconquistare l’Italia un posto di rilievo nel Chilometro da fermo dopo molti anni di latitanza, ed esalta oltre che le enormi doti di Stefano Presello, anche la sagacia tecnica dei Direttori Sportivi Eddi Degano e Guido Carlet, capaci di portare a livelli assoluti i corridori senza creare loro l’ansia di risultato, supportati da una Società come il Team Isonzo (al primo anno di attività) creata per dare la possibilità ai giovani ciclisti isontini di avere un futuro agonistico all’interno del Progetto Ciclismo Isontino – Team Isonzo, Progetto che vede il sodalizio atto a seguire la categoria Juniores come il vertice massimo per l’attività agonistica e per questo guardato con ammirazione dalle società che compongono il Progetto stesso, vale a dire l’AC Pieris, il NCG Ronchi, il Pedale Ronchese e il Team Isonzo Amatori. Entusiasta Marco Floreani, Team Manager ed unico rappresentante a seguire Presello a Gand, il quale raccoglieva con particolare emozione i complimenti dei tecnici Nazionali Callari e Savoldi. Un particolare ringraziamento va agli sponsor che permettono l’attività agonistica del Team Isonzo Juniores e precisamente al Centro Wellness Avalon di Sgonico, alla Danieli di Buttrio, ai supermercati Sissa, a Bravi Market di Buttrio, alla ditta Antico Cadore di Belluno e a Cicli Eclipse di Bessica di Loria

Quarto posto per Presello
ai mondiali pista in Messico

I Campionati del Mondo della pista per la categoria juniores si sono da poco conclusi a Aguascalientes – Messico.
Per la nazionale italiana i risultati sono stati discreti anche se il settore pista sta un po’ soffrendo in attesa di un rilancio che molti auspicano possa avvenire in tempi brevi. Anche il Danieli Team Isonzo era presente ad Aguascalientes con il suo portacolori Stefano Presello che ha partecipato sia alla velocità olimpica che al chilometro. Per il Danieli Team Isonzo poter portare un suo atleta in nazionale per il secondo anno consegutivo può essere già considerato un risultato di prestigio; che questo atleta potesse arrivare sul podio sarebbe stato un grande sogno, che è rimasto vivo fino al secondo giorno di gara.
Nelle qualificazioni della velocità olimpica, infatti, la nazionale italiana con Pelucchi, Guardini e Presello in ultima posizione, aveva ottenuto il 4° miglior tempo, che dava accesso alla disputa della finale per il 3° e 4° posto. Purtroppo nella seconda prova finale Presello non è riuscito a migliorare e la nazionale italiana si è dovuta accontentare del 4° posto dietro a Gran Bretagna, Francia e Australia.
Per il forte atleta del Danieli Team Isonzo resta pur sempre la soddisfazione d’aver rivestito nuovamente la maglia della nazionale italiana e d’aver migliorato il piazzamento ottenuto l’anno scorso quando era giunto quinto nel chilometro. L’augurio del suo Presidente Floreani è di proseguire su questa strada e di migliorare ancora, anno dopo anno, fino a raggiungere i gradini più alti del podio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *