Amatori 2009

 

18-11-2009 23:25

strada

escursioni all’insegna dell’avventura

non solo gare per gli atleti del TEAM ISONZO

Come già descritto , nel nostro team non si praticano solo gran fondo , ma c’è anche spazio per altri eventi comprese escursioni in cerca d’avventura
Voglio raccontarvi ora un esperienza fatta quest’estate : “  le CRESTE della BALA “
Sapevo di questo mitico percorso : una cavalcata attorno ai 2000 mt.
Un scenario imponente caratterizzato non da ardite cime dolomitiche ma da ampi spazi aperti , non dai tornanti geometrici con fondo da biliardo , ma da un aspro sterrato che trasporta il ciclista indietro negli anni , lo fa sentire pioniere di un ciclismo passato , mai morto .
La mia smania di cacciatore di colli mi porta sino al lago d’Idro in provincia di Brescia .
Partenza all’alba da Pieve Vecchia ( 370 mt ) . Poche case poste a valle del lago d’Idro. La giornata che mi attende è da definirsi epica : tanto sterrato e nessun tratto di pianura . Percorro la sponda sinistra del lago , supero Anfo e S. Antonio prima di raggiungere Bagolino .
Qui inizio la lunga salita di più di 20 km che mi porterà ai 1892 mt  del passo CROCEDOMINI , passando per il dosso erboso del GOLETTO di CADINO  ( 1942 mt ) . Mi trovo nel parco naturale dell’Adamello . Trovo il bivio tabellato che indica la SS 345 delle tre valli “ strada sterrata “.
Affascinante tentarla con la specialissima . Non temo le forature ( sono attrezzato anche con copertoncino di scorta ) . Lo sterrato mi mette a dura prova , specialmente in alcuni tratti al 14% e si districa attraverso un labirinto di creste , vallette , laghetti , strapiombi e paesaggi caratteristici .
Dal CROCEDOMINI al passo MANIVA ci sono quasi 20 km , dei quali più di metà sono sterrati .
Si susseguono in quota : il GOLETTO di RONDININO ( 2011 mt ) , il passo di LAVENA ( 2042 mt ) , il GOLETTO la GRAPA ( 2115 mt ) , il GOLETTO del GIOGO della BALA ( 2129 mt ) , il passo del DOSSO dei GALLI  ( 2103 mt ) , il passo di DASDANA  ( 2070 mt ) , il GOLETTO delle CROCETTE  ( 2071 mt ) e infine il GOLETTO dei ZOCCHI  ( 1795mt )  prima di arrivare al più conosciuto passo di MANIVA  ( 1664 mt ) . Ho incontrato paesaggi spogli , battuti dal vento : massi sparsi qua e là e laghetti ai lati della strada . Questi km sono tra i più incredibili fatti in bici da corsa , dove ho potuto assaporare un ciclismo antico .
Sul passo MANIVA ritrovo il ciclismo moderno  : mi guardano strano  , arrivo da una strada cui pochi osano soprattutto con una specialissima ; passo per pazzo quando proseguo per il passo BAREMONE anziché scendere per uno dei due versanti asfaltati , mi gridano “ fermati , non si può passare , c’è una frana “ : ma io proseguo , se passano gli escursionisti ce la farò anch’io .
Trovo la frana  , bici in spalla e la passo con cautela . Proseguendo poi per un nastro d’asfalto disegnato sulle strapiombanti pareti del DOSSO ALTO . Di nuovo sterrato  , e brutto per giunta , prima di entrare in una buia galleria  , dove proseguo a  piedi  per paura di cadere . Arrivo finalmente al passo BAREMONE  dove tiro un sospiro di sollievo . Da qui , una discesa tortuosa di più di 10 km , prima mi riporta sul lago d’Idro e poi con una passerella finale ritorno a Pieve Vecchia dopo una novantina di km .
Un giro che rasenta il trekking …. Viste bellissime , traffico nullo .
Saliscendi continui che si accentuano nei 10 formidabili km sterrati della statale 345 . Se non si temono le forature ( e la solitudine ) e si è disposti a scendere di bici qualche volta , questo è un giro da fare assolutamente .
Valutazione : ECCEZIONALE !!!!!

10-11-2009 23:10

strada

cena sociale di fine anno

brindisi per la stagione appena conclusa ..

Sabato 31 ottobre 2009 si è svolta la  consueta cena sociale di fine anno per gli amatori del TEAM ISONZO .
Per l’occasione ,   un nutrito numero di affiliati , familiari e qualche ospite si sono ritrovati presso l’osteria “ Bepi Meo “ a  San Canzian d’Isonzo .
Anche in questa occasione i componenti della squadra si sono distinti quali corridori con ottima propensione per la forchetta !
A parte gli scherzi , è stata una serata dove tra una portata e l’altra si sono potuti ricordare avvenimenti della stagione appena conclusa  : ricordare imprese di singoli corridori o felici pedalate di gruppo , all’insegna dell’allegria che contraddistingue il nostro team . Comunque quando c’è da fare sul serio , non ci si tira mai indietro . Molti sono stati gli atleti che sono stati menzionati e premiati dal presidente Giorgio Giacovaz  per l’attività svolta durante la stagione 2009 .
Per quanto riguarda i stradisti : Toso Dario , Franti Giorgio , Cappelli Giordano , Spanghero Luciano , Comelli Massimo , Bolzan Viviano per aver concluso l’Alpe Adria Tour nella versione medio fondo ; Messenio Giorgio , Rosin Roberto , Vargiu Lorenzo per l’analoga ma nella versione gran fondo .
Elisabetta Del Monaco ha conseguito il titolo di campionessa regionale e provinciale di categoria ,
oltre a vincere il titolo di campionessa italiana di cronoscalata .
Bearzot Gianni , dopo aver partecipato in Olanda all’Amstel Gold Race , ha partecipato al circuito Nobili e Supernobili classificandosi 4° di categoria .
Infine  per quanto riguarda la mountain bike il grintoso Richter Flaviano per aver preso parte al circuito di gare di endurance ( 24 h coup 2009 ). Si sono inoltre pianificate trasferte per la prossima stagione , culminanti con la speranzosa estrazione per la partecipazione alla Maratona delle Dolomiti , dove manchiamo da qualche stagione : se positiva vedremo molte maglie del Team Isonzo in val Badia .
Approfittando della chiusura della stagione , non c’è stato bisogno di tenersi controllati su cibo e bevande : si è andati proprio a “ ruota libera “! Ma se per molti , è tempo di riposo , gli irriducibili si davano già appuntamento per l’indomani mattina per una pedalata “ digestiva “ .
Arrivederci a tutti i colleghi alla prossima stagione …..

22-10-2009 10:18

strada

CIRCUITO DELLE GARE DI ENDURANCE

LE ULTIME PROVE di Flaviano Richter

24H CUP 2009 terminata

Anche per quest’anno il
circuito delle gare di endurance è finito.
Ultime prove la 24h della
Val Rendena e quella di Sossano ( VI ).

4-5 settembre Val Rendena
Bellissimo come sempre il parco di Caderzone che accoglie i quasi 1200 partecipanti, da aggiungere poi amici, parenti, famiglie e organizzatori dell’evento ( circa 2500 persone ). Un mix colorato di camper, tende, gazebo , bandiere, striscioni e un cielo limpido con un sole che scalda parecchio , presagio di una gran festa.
Sarà una bella festa , con gente che incita dentro e fuori il percorso, la musica, i profumi delle griglie che per 24 e piu ore spargeranno odori molto stimolanti e tutti col sorriso sulle labbra.Manca però la sorpresa, si perchè la notte diventerà particolarmente gelida e dai 18-20 gradi si
passerà a 2-4 gradi tagliando gambe e respiro a tutti, ma stringendo i denti si continuerà aspettando il prossimo sole.
Alla fine la domenica pomeriggio dopo aver recuperato forze e calore ci si saluta con la promessa quella di ritrovarci all’ultima 24H.

17-18 ottobre Sossano ( VI )

Non c’ero mai stato, come nemmeno a Porticella in Sicilia , mi ero ripromesso di farla e eccomi quà in questa piccola cittadina sulle colline Beriche.
Qui non c’erano i grandi numeri dei partecipanti ( circa 300 presenti ), forse complice il periodo , forse la stanchezza
accumulata durante tutto l’anno.Il tracciato si snoda con continue curve e controcurve in mezzo a vigneti e casolari, non l’ho nemmeno provato ma dai primi commenti pare piuttosto duro.
La giornata è soleggiata ma la temperatura è fresca ( 12-14 gradi ) ma per ora si stà bene.
Alle 12 si parte con la classica partenza a piedi correndo per alcune centinaia di metri e raccolte le bici si cominciano a macinare i km.
Qualcosa avevo sottovalutato e con le ore pagherò, ma alla passione e alla voglia di fare non c’è nulla che tenga.
Da giovedi ero febbricitante ma per cosi poco di certo non avrei mancato alla 24h, ora dopo ora però si è fatta sentire, e i duri strappi che in 2 km ti portavano all’altezza massima facevano male sempre più.
Alle 9 di sera sono cotto e faccio fatica anche a spingere la bici a mano, provo a fermarmi e mangiare qualcosa, poi riparto ma il freddo ( 2 gradi ) fà il resto e mi blocco.
Prima di mezzanotte mi infilo senza farmi doccia
e cambiarmi nel sacco a pelo in macchina, lottando con il freddo, la febbre e la mia cocciutaggine… non voglio mollare.
Ma verso le 8 quando spunta il sole mi rendo conto che nulla vale e un pò triste mi vado a fare una doccia calda e cambiarmi, gara terminata.
Ora caldo e asciutto riesco a pensare serenamente, non importa come sia andata, mi son divertito lo stesso, attendo sereno il calendario delle Endurance del 2010.

07-10-2009 23:54

strada

L’EROICA

GREGORIN e MARIZZA in Toscana

Dopo aver conseguito più volte il “prestigio” , aver completato l’anno scorso il “circuito dei nobili”, ecco l’ennesima partecipazione all’EROICA da parte del duo Gregorin – Marizza .
Per chi non lo sapesse : l’Eroica è la cicloturistica sulle strade del Chianti , inventata da Giancarlo Brocci . Dicono che basta una volta per innamorarsene …… tanto che siamo arrivati in poche edizioni  a superare i 2500 partecipanti , tutti con bici d’epoca :Per tali si intendono le bici da corsa anteriori al 1987 con i cestelli puntapiedi ai pedali , le leve del cambio sul tubo obliquo , i cavi dei freni esterni , e possibilmente completando il tutto con un abbigliamento consono  …. Maglia  di lana , casco di cuoio , ecc.
Sono quattro i percorsi possibili , tutti da affrontare in totale autonomia. Il percorso lungo prevede 205 km con più di 4000 mt di dislivello , di cui 110 favolosi km di sterrato , assaporando la polvere delle colline del Chianti .
I nostri portacolori , quest’anno hanno optato di partecipare al percorso di 132 km.
Qui , hanno trovato 70 km di strade bianche superando un dislivello di oltre 2400 mt. , e fortunatamente c’è stata una sola foratura !
Vi domanderete come due esperti  gran fondisti  come Renzo e Fulvio abbiano impiegato 7h 20m per completare il percorso …….. semplice : approfittando e degustando tutte le bontà locali che offrivano i numerosi ristori del percorso .
E qui si sono distinti alla grande ! nulla hanno tralasciato : dal chianti , alla ribollita , dal salame ad altre specialità toscane  , tutto condito da una grande atmosfera di allegria .
Non ci resta che segnare questa data sul calendario per poter tornare qui a Gaiole in Chianti in compagnia degli esperti Gregorin e Marizza .

06-10-2009 23:14

strada

ultime gare della stagione

granfondo Prosecco cycling
granfondo 5 terre

Il mese di ottobre solitamente per noi ciclisti segna la fine della stagione agonistica , infatti in questo periodo si corrono le ultime gran fondo di un calendario zeppo di prove che ha visto le maglie del TEAM ISONZO gareggiare già dal mese di marzo .
Domenica 4 ottobre a Valdobbiadene si è corsa la sesta edizione della PROSECCO CYCLING:
La prova trevigiana è cresciuta portando ai nastri di partenza quasi 2000 partecipanti , e tra questi una dozzina di atleti della nostra squadra .
Devidè A. , Bevilacqua P. , Comelli M. , Cumin F. , Trevisan P. , Novelli A. , Matcovich T. , Bassanese E. , Pelosin M., Famea G. e Dibarbora  E. hanno preso parte alla gran fondo .
Il percorso da loro affrontato prevedeva 127 km a spasso sulle colline della “marca trevigiana “ con ben 2200 mt di dislivello . I punti più impegnativi : Zuel di Là , il colle di Guarda , monte Nero , sella di Arfanta  e l’arcigno muro di Cà del Poggio . Proprio su quest’ultimo gli atleti ( soprattutto i “ senza fretta “ ) hanno potuto usufruire di un ristoro veramente speciale .
Tutti , ognuno con il proprio passo sono poi riusciti a concludere la prova , ritrovandosi poi al pasta party per poter brindare con un favoloso prosecco : simbolo di queste terre e di questa manifestazione .
Domenica 20 settembre a Devia Marina ( La Spezia ) si è corsa la blasonata gran fondo “ 5 TERRE “ . L’evento giunto alla quindicesima edizione , ha visto sfidarsi un migliaio di atleti , che nonostante il tempo , hanno affrontato il duro percorso . Anche qui in Liguria si è vista la presenza di una maglia del Team Isonzo  : quella di Comelli Massimo .
Seppur accontentandosi del percorso corto , che in 92 km prevedeva comunque un dislivello di 1600 mt , dove il passo Termine era la parte cruciale della corsa , arrivare al traguardo è stato comunque un successo tanto da poi meritarsi il famoso “ bagnun “. E’ risaputo infatti che la prova ligure offre ai suoi partecipanti uno dei più ricchi pasta party del calendario granfondistico .
Come da consuetudine la dirigenza della squadra ringrazia tutti i propri atleti per l’impegno profuso nel portare i nostri colori a spasso per l’ITALIA e invita tutti i tesserati a partecipare alla cena sociale di fine anno che si terrà sabato 31 ottobre a San Canzian d’Is. Presso l’osteria da “ Bepi Meo “ . a partire dalle ore 20.00 .

18-09-2009 21:56

strada

gran fondo DOLOMITI STARS

Gianni Bearzot e Del Monaco Elisabetta
presenti in Cadore

Il 13 settembre si è svolta la granfondo Dolomiti Stars . L’evento giunto alla quarta edizione ha visto come sede di partenza ed arrivo il centro dolomitico di Arabba . Questa manifestazione , nota per ricalcare in parte alcuni tapponi dolomitici del giro d’Italia , è un appuntamento da non perdere per i grimpeur di razza .Due i tracciati a disposizione .
Nel percorso lungo , in rappresentanza del TEAM ISONZO , si sono cimentati i nostri Gianni Bearzot e Del Monaco Elisabetta .
La corsa , dopo la partenza prevedeva il passaggio per Caprile e Agordo , dove iniziava la scalata al passo Duran ( 1601 mt )  Dopo una discesa molto tecnica , iniziava la salita alla forcella Staulanza  ( 1775 mt ) , Raggiunta Selva di Cadore iniziava l’ostacolo più duro della giornata : il passo Giau .
Una scalata di ben 11 km con una pendenza media superiore al 9 % per raggiungere i 2233 mt della vetta . Dopo aver raggiunto in discesa la località di Pocol si risaliva per raggiungere il passo Falzarego con i suoi 2105 mt. Infine arrivo ad Arabba dopo 140 km di corsa .
I nostri portacolori hanno impiegato rispettivamente : Gianni 5h 56 min , mentre Elisabetta 6 h 03 min su di un dislivello totale di oltre 3600 mt .
Complimenti per l’ennesimo buon piazzamento .
Ricordiamo che i nostri due portacolori avevano già cominciato l’attività agonistica annuale presentandosi a marzo ai nastri di partenza della gran fondo Cassani a Faenza . Il fatto che siano ancora presenti a corse di tale livello: merita a loro un ulteriore plauso .

06-09-2009 21:21

strada

il PASSO STELVIO

TRE GIORNI IN VALTELLINA AL COSPETTO DI SUA MAESTA’ IL PASSO STELVIO

UNA “TRE GIORNI” IN VALTELLINA AL COSPETTO DI SUA MAESTA’ IL PASSO STELVIO
27-28-29 agosto 2009-
Approfittando di uno “ Stelvio day “ : giornata dedicata al solo transito ciclistico sulla mitica montagna , il TEAM ISONZO decide di organizzare per tale evento una trasferta .
Dall’isontino partono : Giacovaz Giorgio , Marizza Fulvio , Bassanese Edi , Beraldo Gianni , 
Devidè Alberto, Di Just  Vladimiro , Famea Pino , Gressani Claudio , Toso Dario e Caldarini Guido ( la nostra guida locale ). , tutti pronti a sfidare quell’ascesa delle Alpi Retiche che è punto di riferimento di qualsiasi scalatore . Arriviamo nell’alta Valtellina , zona che ciclisticamente ha scritto epiche pagine : Stelvio , Gavia , Bernina ,Mortirolo , e chi più ne ha più ne metta .
Vero paradiso per i grimpeur e per gli amanti della montagna con grandi colli alpini over 2000 .
… già nella giornata di venerdi’ si è vista una “ maglia “ solitaria del Team Isonzo che si aggirava tra Svizzera e Italia che si è scalata : passo Fuorn 2149 mt. , passo Eira 2208 mt. , passo Foscagno 2291 mt. , forcola di Livigno 2315 mt e passo Bernina 2323 mt.. Evidentemente qualcuno assetato di passi d’alta montagna ! …
Fortunatamente coadiuvati dal “locale” Guido , fissiamo il nostro campo base all’albergo Franca nell’abitato di Tovo S:Agata , a pochi km da Tirano . Al ritrovo serale tra un piatto di pizzoccheri e un bicchiere di braulio si scherza pensando alla dura prova che ci aspetterà l’indomani.
La notte passa indenne anche se dietro l’albergo si erge il “ duro Mortirolo “ … chissà se ha portato qualche incubo ai nostri atleti ?
L’alba … uno sguardo fuori dalla finestra : per ora non piove ! Dopo la colazione , come da programma ci si sposta sino a Bormio in macchina . Quanto sia duro anche il lato valtellinese dello Stelvio , tuttavia , lo dicono i numeri : 1543 mt di dislivello , 21 km 800 mt  di salita , pendenza media del 7,1 per cento con diversi tronconi oltre il 10 per cento e punte del 13 per cento .
Purtroppo come previsto dal meteo , il tempo non è dei migliori , anzi appena preparate le bici già qualche goccia  si fa sentire : segnale di ciò che ci aspetta . Uno sguardo all’insù e il cielo è nero , ma partiamo ugualmente , anche spronati dal megafono che Fulvio si porta appresso .
Durante la salita incrociamo numerosi ciclisti che ritornano indietro , riferendo che in cima stà grandinando , ma noi come molti altri decidiamo di proseguire.
Continuiamo la scalata compatti anche perché veniamo spesso richiamati all’ordine dal surreale richiamo megafonico . La lunga e lenta salita ci permette comunque di ammirare parte del panorama che ci circonda . A metà ascesa dopo un rinfrancante ristoro , comincia una debole pioggia ( fortunatamente non grandina più ) che ci accompagnerà sino alla cima avvolta da una fitta nebbia . Finalmente dopo più di due ore il traguardo dei 2758 mt del passo . Qui la temperatura è molto rigida , tanto che il termometro segna meno di 5°C !
Il “ presidente “ Giorgio procede all’appello : tutti arrivati ! Ci si cambia con abiti asciutti , e dopo le foto di rito tutti giù .
Dopo una lunga e freddolosa discesa il gruppo si ricompatta nel centro di Bormio . Qualcuno non è ancora sazio di salita : visto che nelle vicinanze dell’albergo ci sono salite  che hanno visto scrivere pagine importanti della storia del giro d’Italia . Alberto e Claudio decidono di affrontare le durissime rampe del Mortirolo versante Mazzo di Valtellina , mentre Gianni opta per il Santa Cristina , salite che hanno visto le gesta del mitico Pantani .
In serata , sempre Guido , ci organizza una cena in un agriturismo locale.
Già la strada per raggiungerlo è tutto un programma : infatti per arrivare alla Baita del Gufo dobbiamo percorrere gran parte della salita del Mortirolo versante Grosio . Ne valeva la pena , da qui si ha un’ottima visuale serale della valle sottostante tutta illuminata .
Qui un “ trionfo “ in tavola . polenta taragna , pizzoccheri , sciatt , formaggi e salumi aziendali , grigliata di carne , crostate con frutti di bosco  e l’immancabile braulio per fare il brindisi finale .
L’indomani si torna  a casa , ma non senza averci regalato ancora una perla !
L’ultima , si rivela una splendida giornata , all’unanimità decidiamo di raggiungere il Passo Stelvio con le auto . Dopo aver preparato i nostri “ destrieri “ scendiamo verso Prato dello Stelvio …
Questo versante è l’università del ciclismo . Lo Stelvio non avrebbe bisogno di presentazioni o spiegazioni , tanto è universalmente conosciuto . E’ una meraviglia dove l’ingegno umano ha creato qualcosa che appare essere in grande sintonia con la natura . La classica “ ciliegina sulla torta “ ci aspettava : ben 25 km 400 mt di salita con 1842 mt di dislivello . Partenza da Prato dello Stelvio, si passano gli abitati di Gomagoi e Trafoi , poi cominciano i tornanti nel bosco ( alla fine saranno ben 48 ! ) infine il trionfo dei sensi : la visuale del muro finale con i suoi mitici tornanti .
Per tutti sarà una sfida che si concretizzerà con l’ennesima conquista del valico stradale più alto d’Italia , e secondo d’Europa . A giudizio unanime : la “ salita per antonomasia “ !
Per concludere un meritato pranzo sul passo con l’immancabile ultimo brindisi in alta quota prima di far ritorno a casa . Anche questa è stata un’occasione dove il TEAM ISONZO si è distinto per il suo spirito di gruppo .

10-08-2009 23:50

strada

CRONOSCALATA MONTE SABOTINO

GORIZIA 08/08/2009

Sabato 08 agosto si è svolta la terza edizione della cronoscalata al Monte Sabotino , organizzata dal Team Isonzo. A laurearsi campione regionale è stato il friulano Stefano Peruzovich , portacolori del Fun bike Cussignacco . Con il tempo di 16’17’’48 ha inoltre abbassato di 35’’ il record del 2008 che era detenuto da Dino Mansutti . Oltre a Peruzovich , si sono laureati campione regionali :
Massimo Marcon nella categoria over 40 ( bike team 53.3 )
Michela Facchin nella categoria donne ( sc. Cottur )
La dura corsa in salita vedeva la partenza in località Case Noris  a Borgo S.Mauro  ( Gorizia ) 172 mt. , per poi concludersi in cima al Sabotino , presso la casermetta della Brigata Pozzuolo  dopo un dislivello di 381 mt in 4,3 km di gara !A rendere ulteriormente dura la manifestazione , la temperatura estiva elevata .Purtroppo non si ha avuto un grossa affluenza di partecipanti in quanto c’era in concomitanza il giro del Friuli per amatori , buon serbatoio di atleti soliti a partecipare a queste manifestazioni .Di una quarantina di partenti , 38 sono stati i classificati:
1) Stefano Peruzovich          16’17’’48
2) Antonio Siciliano             17’24’’29
3) Stefano Miani                   17’51’’16
4) Massimo Marcon               18’07’’70
5) Paolo Sassetti                     18’13’’11
6) Gianpaolo Vicario             18’35’’07
7) Stefano Fasan                     19’14’’61
8) Giuliano Terpin                  19’14’’61
9) Fabio Recchia                     19’30’’24
10)Alessandro Gava                19’32’’72
11)Bruno Berlasso                   19’44’’29
12)Alessandro Piussi                20’17’’71
13)Francesco Picillo                20’30’’55
14)Massimo Hvalic                  20’38’’94
15)Denis Calcinotto                  20’49’’04
16)Michela Facchin                  20’49’’42
17)Luciano Livon                     21’07’’09
18)Paolo Fedrigo                      21’24’’20
19)Giorgio Messenio                21’29’’15
20)Andrea Furlan                      21’41’’29
21)Giovanni Marassi                22’10’’51
22)Giancarlo Pignolo                22’13’’13
23)Elisabetta Del Monaco         22’45’’77
24)Fabrizio Famea                     23’09’’18
25)Ciro Paolino                         23’15’’60
26)Giacomo Saviano                  23’22’’13
27)Alessio Benetti                      23’45’’53
28)Giorgio Franti                        23’46’’84
29)Isabella Milani                      23’47’’53
30)Roberto Ippolito                     24’03’’82
31)Dario Pittini                            24’23’’62
32)Luigi Virgolini                        24’51’’26
33)Carlo Silani                            24’55’’92
34)Silvano Assoloni                     25’44’’44
35)Santina Bandolin                     26’01’’81
36)Paolo Furlan                            26’18’’91
37)Marko Saksida                         27’32’’07
38)Luigi Canino                            41’22’’49

Ringraziando tutti i partecipanti , un speciale elogio agli atleti del TEAM ISONZO che hanno affrontato la dura scalata , e i colleghi che si son datti da fare per l’organizzazione dell’ evento.
Un arrivederci a tutti per la prossima edizione …..

04-08-2009 22:07

strada

Fatica = Felicità

Endurance per Flaviano Richter

Tiliment Marathon Bike 2009 19/04/2009

Una granfondo di 95km con 1500mt di dislivello partenza da Spilimbergo ( è il primo anno che viene organizzata ), fa parte del “Alpen International MTB Tour” è un circuito internazionale di recente creazione che comprende 5 gare (4 in Italia ed una Austria, tra cui la ben nota “Salzkammergut Trophy”)

24h – Finale Ligure ( SV ) 23-24/05/2009

Quattro giorni e 24 intense e lunghissime ore sono arrivate alla conclusione oggi pochi minuti dopo le 14, quando sull’altopiano delle Manie, paradiso verde che sovrasta l’azzurro del mare di Finale Ligure, hanno tagliato il traguardo i sei ragazzi americani del team NASA Niner, vincitori dell’edizione 2009 della 24H di Finale, l’undicesimo appuntamento con quella che ormai è una gara classica, storica e irrinunciabile. Dietro di loro i vincitori delle due categorie SOLO, l’austriaco Thomas Widhalm e l’americana Rebecca Tomaszewski, esausti e coperti di polvere dopo una prestazione assolutamente fuori dal comune: entrambi hanno infatti pedalato praticamente senza sosta. Da segnalare che i ragazzi del team NASA Niner pedalavano tutti su bici singlespeed con ruote da 29″, tanto da aggiudicarsi anche la vittoria nella categoria riservata proprio alle bici monomarcia. Poi via via tutti gli arrivi con i team da 12, 4 e 8 componenti, e i crononauti (i team da 12 composti da non agonisti)…ma prima di parlare di gara e classifiche è bene ribadire che ciascuna delle 5.000 persone che in questi quattro giorni appena trascorsi hanno pacificamente invaso l’altopiano delle Manie ha conquistato la sua personale vittoria, quella di esserci, e vivere un evento unico nel suo genere.
Se infatti i 1500 posti disponibili per correre la gara sono andati esauriti ben prima della data prevista per la chiusura delle iscrizioni non è sicuramente stato necessario salire in sella a una bici per vivere in pieno lo spirito della 24H: da giovedi pomeriggio musica, buon cibo e tante iniziative hanno tenuto occupati i concorrenti e i loro accompagnatori, e le oltre 15.000 persone che sono transitate per il campo base allestito per la 24H. Complice di tanto interesse anche il tema scelto per quest’edizione, intitolata infatti “Bike to the Future”, e liberamente ispirata alla trilogia di film di Ritorno al Futuro, un classico degli anni ’80.
Prima volta per me il partecipare a questa unica veterana in campo europeo delle 24h, gara tosta senza tregua ( 8 km 240 mt dislivello ) ma ad ogni pedalata venivi ripagato dalla fatica dal contorno in cui ho vissuto tutto questo per quasi 3 giorni. Difficile spiegare cosa ci porta a faticare per cosi tanto tempo, ma ricordo ( uno degli innumerevoli monetni ) la simpaticissima ragazza nella tenda vicino a noi, solitaria australiana sempre col sorriso e sempre pranta a rispondere alle lunghe chiacchierate e risate. Finisco col dire che per il 2010 il posto per me è già prenotato.
24h – Campiglia d’Orcia ( SI ) 27-28/06/2009

Questa volta fatta in compagnia di un amico incrociato durante le gare che ci ha invitato ad andare con lui in camper. Toscana come sempre bellissima, il paesino poi arroccato a quasi 800 metri molto bello… il tempo invece un pò altalenante. La sera prima della gara ci si abbandona a un posticino piccolissimo ma dove abbiamo mangiato divinamente discorrendo con i proprietari davvero gentili. Percorso duro… 7km con 250mt di dislivello e l’unico posto dove potevi respirare erano 3-400 metri ad una velocita di 50km/h in discesa …. giornata storta per me per problemi alle cervicali, ma nulla in confronto a chi per gli improvvisi forti temporali si è fatto male, difatti dalle 24 alle 8 del giorno dopo veniva sospesa la gara. Alla ripresa ho fatto la scelta di dedicarmi alla fotografia e visto il bel sole a volte risulta essere la scelta migliore.

12h – San Odorico ( UD ) 18/07/2009

Secondo anno per me in questa gara regionale , bel posto , un bel parco in cui sistemarsi, organizzazione sempre pronta e disponibile. Amici e contesto fanno passare le 12h in maniera molto rapida…. l’unico neo purtroppo la pioggia caduta poche ore prima aveva reso alcuni punti insidiosi e difatti ci sono stati incidenti che hanno comportato il trasporto al pronto soccorso. Finalmente sono riuscito a smuovere un pò di ragazzi/e di qui a provare queste gare di endurance e ne sono rimasti entusiasti e aspettano con trepidazione il poter partecipare alla prossima ( a volte riuscire a spiegare cosa si vive in tutte queste ore in sella è molto complicato , solo sul campo si può capire ).
Ora una piccola truppa si appresta ad affrontare la 16h di Santa Viola ( VR ).

01-08-2009 23:08

strada

Sabato 08 Agosto 2009: TEAM ISONZO ORGANIZZA

CRONOSCALATA MONTE SABOTINO

II° TROFEO TRICOLORE
IVa CRONOSCALATA AL MONTE SABOTINO
ASSEGNAZIONE MAGLIA CAMPIONE REGIONALE

GARA CICLISTICA A CRONOMETRO RISERVATA ALLE CATEGORIE CICLOAMATORI F.C.I. ED ENTI DI PROMOZIONE Sabato 08 Agosto 2009

Regolamento

Organizzazione: , indice ed organizza Sabato 08 Agosto 2009 a San Mauro Gorizia, una gara ciclistica a cronometro in salita riservata alle categorie CICLOAMATORI Strada ed MTB, aperta oltre che ai tesserati F.C.I. anche agli enti di promozione e frontalieri in possesso della carta di partecipazione 2009.
Iscrizioni: per atleti FCI dovranno essere effettuate sul sito della Federazione ID Gara 24032, via fax o e-mail per gli altri Enti, entro le ore 20.00 del 06.08.09, riportando tutti i dati dell’atleta nonché della società, tramite : e-mail teamisonzoamatori@tiscali.it    Fax 178 6018577
Chiusura iscrizioni: il giorno 08/08/2009 alle ore 14.30 presso la località di ritrovo.
Quota d’iscrizione : ogni singolo atleta dovrà versare all’atto della verifica licenze la quota d’iscrizione pari a € 7,00.
Ritrovo e verifica licenze: in Località Case Noris n. 4 presso la sede del consiglio di Quartiere di San Mauro, dalle ore 14.00. alle ore 15.00 di Sabato 08/08/2009.
Riunione Tecnica: è prevista per le ore 15.00 presso le sale del consiglio di Quartiere
Partenza: Località case Noris ore 16.00, alla prima partenza seguirà una ogni minuto.
Percorso: Gara in salita di Km. 4,3 con un dislivello di metri 380.
Arrivo: sul piazzale antistante la caserma Pozzuolo sul Monte Sabotino.
Premiazioni, sono previste alle ore 17.30, fatti salvi i tempi tecnici per la stesura dell’ordine d’arrivo da parte dei cronometristi, presso il piazzale della Caserma sul Monte Sabotino.
Si fa obbligo ai concorrenti l’uso del casco protettivo.
La società organizzatrice è (regolarmente assicurata secondo le norme F.C.I.), e pertanto declina ogni responsabilità per incidenti o danni che dovessero verificarsi prima, durante o dopo la corsa ed in conseguenza di essi ai concorrenti o a terzi.
Per quanto non contemplato nel presente Regolamento, vige quello previsto dalle norme Tecniche della F.C.I. Nazionale gare su Strada settore  Amatoriale.
Si fa appello a tutti i ciclisti che hanno voglia di cimentarsi su salite di notevole difficoltà , viste le pendenze da dover superare. La prova è anche valida come II° trofeo tricolore , ed assegna la maglia di campione regionale . Appuntamento quindi il giorno 8 agosto in borgo S.Mauro a Gorizia .per affrontare i 380 mt di dislivello della gara a cronometro .
L’evento è stato organizzato in occasione dell’anniversario della conquista del Sabotino e dell’entrata a Gorizia delle truppe italiane nelle giornate dell’8 e 9 agosto 1916 .

30-07-2009 23:29

strada

gare di luglio

granfondo nord est
granfondo Pinarello

Continua la stagione dei corridori del TEAM ISONZO :
Domenica 12 luglio si è corsa la 3°edizione della Nord Est Marathon a Buttrio ( UD ).
La corsa organizzata dal G.S.ciclismo Buttrio prevedeva due percorsi : una medio fondo di 115 km con 1600 mt di dislivello e una gran fondo di 153 con 2400 mt di dislivello .
Alla medio fondo hanno preso parte : Bolzan V. , Comelli M. e Devide’ A. disputando una ottima gara completandola sotto le 4 ore ; Rossi D. , Spanghero L. , Capelli S. , Capelli G. , Pelosin M. , Franti G. , Tomat R. , e Oliva G. che hanno chiuso la gara in gruppo . Gli atleti dopo una parte di percorso vallonata con diversi brevi strappi hanno affrontato la salita di Castelmonte , erta ben nota a tutti i corridori locali , e poi l’ascesa verso Tribil prima di far ritorno a Buttrio ..
Nel percorso lungo si sono cimentati : Vargiu L. e Massenio G. che oltre alle salite già descritte , sono dovuti salire al Passo Glevizza ( 997 mt ) .
Da segnalare che nella tortuosa discesa da Tribil , diversi atleti sono caduti causa il fondo stradale sconnesso .
La settimana successiva , ovvero domenica 19 luglio , in quel di Treviso si è corsa la gran fondo Pinarello. La gara facente parte al circuito del prestigio come solita ha visto un notevole afflusso di partecipanti .Per il nostro team si è presentato Bevilacqua P. che ha preso parte alla medio fondo di 138 km con un dislivello di 1400 mt. Il nostro atleta ha concluso ottimamente la gara chiudendo dopo poco più di 4 ore . Le salite da lui affrontate , sono state : colle di Guarda , sella di Arfanta , sella di S. Lorenzo e infine il classico Montello prima di far ritorno a Treviso .

28-07-2009 23:34

strada

gran fondo STRADUCALE

ciclismo e città d’arte

Destinazione Urbino ( Marche ) , c’è la gran fondo STRADUCALE : quest’anno inserita come new entry nel circuito del prestigio .
Gran bella gara la Straducale ; rivoluzionata nel tracciato per ricalcare in parte il “ tappone “ appenninico dell’ultimo giro d’Italia .
Seppur distante 500 km dalla nostra provincia , , anche qui in griglia di partenza troviamo le maglie del TEAM ISONZO . Domenica 26 luglio Spagnolli Diego e Beraldo Gianni sono partiti dal borgo Mercatale , al centro di Urbino per prender parte al percorso lungo della gara . 163 km nel Montefeltro con ben 3400 mt di dislivello senza un metro di pianura .
Nel continuo saliscendi si affrontano le salite di Fangacci , monte Palcano e monte Cagnero , ma sono il monte CATRIA  ( 1353 mt ) e il monte NERONE  ( 1402 mt ) le due principali difficoltà .
La salita al monte Catria ( colle decantato da Dante nella Divina Commedia … nell’inferno ) si presenta come la più bella per i suoi continui cambiamenti di paesaggio , con 4 km suggestivi in sterrato immersi nel bosco , posti quasi alla fine della salita ; questo tratto viene affrontato dal versante opposto della “ corsa Rosa “……. ( sembra quasi impossibile ripensare a che velocità scendeva Popovich per questa stradina durante la tappa …. !!! ) . Sul monte Nerone ,invece si paga dazio ! Salita lunga che trova la sua difficoltà sulla sua incostanza e sul fatto che viene affrontata nelle calde ore centrali della giornata . Ottima l’organizzazione che prevede molteplici rifornimenti idrici in soccorso agli accaldati ciclisti .Infine l’arrivo posto all’interno delle mura cittadine dopo un tratto in salita dal fondo in pavè .Dura ma molto bella , il giudizio dei nostri portacolori .
Da segnalare che il giorno precedente la gara i nostri due amanti di salite hanno prima voluto affrontare la salita al monte PETRANO ( 1108 mt ) passando per la suggestiva gola del Furlo ;
poi dedicarsi ad una essenziale visita alla città d’arte di URBINO , carica  di siti  storico artistici , dovendo affrontare migliaia di scalini …… sicuramente il miglior modo per prepararsi alla gara !!!!!!

23-07-2009 23:33

strada

non solo granfondo ….

escursioni in Trentino e in val Resia

Non solo gran fondo ……
Nel TEAM ISONZO non si pratica solo gran fondo , ma c’è anche chi vede la bici come mezzo per uscite di gruppo in amicizia , oppure veicolo per uscite solitarie .
A tal proposito c’è chi ( come un collega ) approfitta delle vacanze per poter fare delle escursioni sempre alla ricerca di nuove salite . ….
“ quest’anno sono andato in vacanza con la famiglia a Tesero , in una zona un po’ defilata dall’area dolomitica classica ( quella per intenderci , al cospetto del gruppo del Sella e delle vallate Ladine ).
Anche qui ho trovato salite ardite che han visto scrivere pagine importanti del ciclismo , come la salita che porta a Alpe di Pampeago e la scalata del passo Lavaze’ . Molto bello però il giro del “ gruppo del Latemar “ Un giro di circa 110 km con ben oltre 2000 mt di dislivello ( degno di una dura medio fondo ) . Partenza da Tesero , poi Predazzo , Moena e Vigo di Fassa dove comincia la salita al passo Costalunga (1745 mt ) Proseguendo in cresta raggiungo il passo Nigra ( 1688 mt )
Lunga discesa verso la Val d’Ega  dove dopo aver perso quasi 1000 mt di quota inizia la lunga salita al passo Lavaze’. Durante l’ascesa ecco la prima “ chicca “ , una dura deviazione che mi porterà ai 1561 mt di S.Floriano Obereggen  ( 3 km con quasi 400 mt di dislivello !! ) proseguendo
Finalmente passo Lavaze’( 1805 mt ). Ora seconda chicca : 4 km in leggera salita che mi portano al semisconosciuto passo Oclini  ( 1989 mt ) , ritorno tutto in discesa  attraverso il passo Pramadiccio ( 1431 mt ) …… bellissimo giro .
Sempre alla ricerca di nuove salite  questa volta voglio affrontare un bel giro in val Resia che però necessita l’utilizzo della MTB . Il giorno prefissato purtroppo , non vede un meteo felice , ma decido ugualmente di partire , sfidando un cielo nuvoloso con una leggera pioggerellina  . Partenza da Prato di Resia e subito dura salita in strada forestale con continui tornanti in sterrato , raggiungendo prima sella di Monte Posar  ( 860 mt ) e successivamente sella Segata  ( 810 mt ) .
Una lunga stradina in cresta mi permette di valicare altri colli fino raggiungere  il Monte Chichi sopra Resiutta . Dopo una discesa molto impegnativa , rischiando un frontale con un capriolo , raggiungo finalmente l’asfalto . Ancora una decina di km e raggiungo l’auto , chiudendo il fantastico giro “ ,
.

09-07-2009 22:59

strada

arrivano le Grandi Montagne

gare estive

Entriamo nel periodo delle granfondo più dure del panorama ciclistico : è l’ora delle grandi montagne .
Domenica 21 giugno si è corsa a Feltre una delle più ardite : la gran fondo Sportful ( ex Campagnolo ) oltre 3500 partenti , molti per avere la rivincita sulla passata edizione funestata da un meteo  inclemente che ha reso la corsa quasi impossibile . Questa volta è andata bene .
Sul percorso di medio fondo di 120 km con un dislivello di oltre 2500 mt il nostro Bevilacqua P.
ha dovuto spianare forcella Franche , forcella Aurine , passo Cereda e infine passo di Croce d’Aune prima di concludere la prova dopo 4h 30m .
Stessa domenica , altra regione : siamo in Piemonte dove Bearzot G. ha concluso con l’ottimo tempo di 4h22m il percorso lungo della Kappa Marathon . Il percorso di 156 km con un dislivello di più di 2200 mt prevedeva la scalata del colle del Lys ( ben 26 km di scalata ) del colle Braida e della colletta di Cumiana .
Passa una sola settimana e ritroviamo nuovamente Bearzot G. , questa volta accompagnato dalla nostra Del Monaco Elisabetta ad affrontare un’altra gran fondo durissima : la Pantani !
Questa gara , classificata come Hors categorie , nei suoi 175 km , prevede una tripletta “ bestiale “:
passo Gavia ( 2650 mt ) il durissimo passo del Mortirolo ( 1851 mt ) e infine il Santa Cristina ( 1400 mt )  il tutto per un dislivello che supera i 4500 mt ! Ebbene i nostri portacolori dopo diverse ore di gara son riusciti a tagliare il traguardo con lusinghieri tempi .
Siamo in luglio  : è giunta l’ora della Maratona delle Dolomiti !
Questa è sicuramente la corsa più esclusiva e la più amata ; sappiamo tutti quanto difficile sia potervi partecipare  , tanto che per il secondo anno consecutivo il nostro team è stato escluso dalla partecipazione grazie ad un sorteggio a noi non felice .Per anni , a Corvara siamo stati presenti in massa …… ma torneremo !!!
Comunque , ugualmente si son viste maglie del team Isonzo sul percorso di gara.
Del Monaco E. ha concluso il leggendario percorso della gran fondo . 138 km con 4200 mt di dislivello spianando nell’ordine passo Campolongo, passo Pordoi, passo Sella , passo Gardena , nuovamente passo Campolongo, colle di S.Lucia , passo Giau , passo Falzarego prima di chiudere la “ gran balade “. il tutto con l’ottimo tempo di 6h45m
.Nella medio fondo si son distinti Cossovel R. e Toso D. , che del percorso precedentemente descritto prevedeva l’esclusione del solo passo Giau .( 110 km con oltre 3000 mt di dislivello )
Infine nel Sella Ronda si è vista la partecipazione di Visintin S.
Da ricordare che l’evento è stato trasmesso dalle reti televisive RAI .!
Il TEAM ISONZO invece si è presentato in gran numero  la stessa domenica a Nove ( VI ) per poter prender parte alla gran fondo del Monte Grappa .Sul percorso di medio fondo che prevedeva la scalata al Monte Grappa per un totale di 128 km con un dislivello di 1600 mt , si son distinti Bolzan V. e Comelli M. completando la gara sotto le 4h .Oltre loro abbiamo avuto al traguardo anche .
Cumin F. , Novelli A. , Spanghero L., Gressani C. , Devidè A. ,Bordignon G. ,Zorzetti E. , Famea G. ,Messenio G. , Marizza F. , Pelosin M. e Bassanese E..
Come al solito il TEAM ISONZO  anche in questo periodo è stato presente in molte gran fondo in giro per il nord ITALIA.

_Beraldo G.

06-07-2009 23:06

strada

IL TEAM ISONZO organizza il Campionato Regionale Mountain Bike Cross Country – Prova Unica

26/07/09 Medea – III trofeo mobili Rosin  – II° TROFEO AIR DOLOMITI
In quel di MEDEA il 26/07/09 si svolgerà la riconfermata gara per gli amanti delle “ruote grasse”. Sperando di ribadire il successo delle passate edizioni, invitiamo tutti a prendere visione dell’evento

A.S.D. Team Isonzo Amatori

TROFEO FRIULI VENEZIA GIULIA
Va PROVA
MEDEA 26.07.2009
III° TROFEO MOBILI ROSIN
II° TROFEO AIR DOLOMITI

La scrivente società organizza il giorno 26.07.2009 la Va prova del Trofeo F.V.G., aperta a tutte le categorie, che si terrà sul colle di Medea in provincia di Gorizia.

REGOLAMENTO

La partecipazione al campionato regionale è aperta a tutti i tesserati FCI, agli atleti stranieri tesserati per una federazione affiliata all’UCI e agli enti di promozione nazionale e della consulta.
ISCRIZIONI : per atleti FCI dovranno essere effettuate sul sito della Federazione ID Gara 24147, via fax o E-mail per gli altri Enti, entro le ore 20.00 del 24.07.09, riportando tutti i dati dell’atleta nonché della società, tramite :
E-mail teamisonzoamatori@tiscali.it           
Fax 178 6018577
La società organizzatrice si riserva di richiedere il versamento delle quote per gli atleti iscritti che non si fossero presentati.
QUOTA D’ISCRIZIONE: € 13,00 da versare all’atto di verifica delle tessere da parte di tutti gli amatori (€ 7,00 per donne).
RITROVO : Medea presso il campo sportivo comunale.
ORARI:    Ore 8.00 ore 9.30 verifica tessere.
       Ore 10.00 partenza concorrenti.
       Ore 12.00 pasta party.

PERCORSO: si snoda sulle pendici del colle di Medea, con partenza su strada asfaltata dall’incrocio con la provinciale (c/o cimitero) subito in salita, fino all’Ara Pacis per 2 km, poi percorso fuoristrada intervallato single trak e strada battuta, compresi tratto tecnico divertente in discesa e diversi tratti di discesa tecnica impegnativa.
L’intero percorso misura km 6,3 a giro, da ripetere più volte a seconda della categoria, il dislivello per ogni giro è di 140 m.
L’organizzatore si riserva la facoltà di modificare il percorso per garantire la massima sicurezza dei partecipanti.
L’assistenza sanitaria sarà fornita dall’Associazione Sanitaria di Volontari “La Salute” di Lucinico.
PREMI: Le premiazioni verranno effettuate alle ore 13.00 circa nella zona iscrizioni.
Verrà assegnato il III° Trofeo Mobili Rosin al primo classificato e
TRA TUTTI I PARTECIPANTI SARANNO ESTRATTI A SORTE DUE BIGLIETTI AEREI PER DUE PERSONE CIASCUNO, CHE DOVRANNO ESSERE RITIRATI DI PERSONA SEDUTA STANTE, i biglietti anno per destinazione capitali europee a scelta, e messi gentilmente a disposizione dall’AIR DOLOMITI
Durante la manifestazione sarà in funzione il fornitissimo chiosco dell’A.S. Calcio Medea.

16-06-2009 23:44

strada

trasferta in AUSTRIA
e BEARZOT ovunque

giugno 2009

Il nostro portacolori Gianni Bearzot si sta mettendo in luce in molte gran fondo  del panorama nazionale :Dopo aver già preso parte a numerose gare lo ritroviamo nelle classifiche della
Marcialonga Cycling e della gf Damiano Cunego .
Domenica 31 maggio a Predazzo ( Tn ) si è svolta la terza edizione della gf  Marcialonga Cycling che prevedeva sul suo percorso di 135 km con un dislivello di ben 3280 mt le scalate al monte S.Pietro , il passo Lavaze’ , il passo S.Pellegrino e il passo Valles.
Complimenti al nostro atleta per esser riuscito a portar a termine la difficile prova , che oltre alle difficoltà altimetriche ha presentato un tempo veramente inclemente , tanto che numerosi corridori si son dovuti ritirare o vedersi fermare sul passo S.Pellegrino .
Una settimana più tardi , ovvero domenica 07 giugno , è la volta della gf Damiano Cunego svoltasi
a Verona .Altra prova di notevole difficoltà che prevedeva su di un tracciato di 150 km , un dislivello di più di 3500 mt. Anche qui buona prestazione del nostro atleta che si dimostra in ottima condizione , e mai sazio di corse .
Sempre il 07 giugno si doveva correre la Carnia Classic che vedeva iscritti numerosi atleti del Team Isonzo , ma la gara viene annullata per la situazione critica delle strade .
Ancor oggi in cima allo Zoncolan e a Casera Razzo non si può transitare per la presenza di neve !
Da segnalare infine la massiccia presenza di atleti del Team Isonzo nella gran fondo di LIENZ in Austria . Dopo la trasferta in terra croata , nuovamente la squadra si dirotta all’estero per una gara internazionale. Domenica 14 giugno si è svolto il giro delle dolomiti di Lienz che vedeva la 22° edizione .Una decina di nostri atleti ( Bevilacqua , Capelli , Caldarini , Sciolis , Bratovich , Pelosin, Pace , Famea , Visintin e Princic ) hanno preso parte al percorso di medio fondo sulla distanza di 112 km con un dislivello di 1200 mt.. Splendido lo scenario incontrato dai nostri nel Tirolo orientale , dove spiccava la salita al Kartitscher Sattel .

05-06-2009 22:35

strada

NOVE COLLI ed altro

ancora gran fondo

Cesenatico ( Emilia Romagna ) , Pordenone , San Giustino ( Perugia – Umbria ) , Bergamo ( Lombardia ) altre gran fondo che registrano presenze di nostri atleti .
Domenica 24 maggio a Cesenatico si è svolta la 39° edizione della NOVE COLLI  : la regina delle
Gran fondo italiane . Una corsa di gran prestigio che annovera tra i suoi vincitori nomi importanti
del panorama amatoriale , nelle due ultime edizioni Barbero e Sacchi  , corridori che hanno appena
lasciato il mondo dei professionisti . Sicuramente una corsa di gran fascino , con la sua partenza
all’alba ( 6:10 ) lungo il porto canale con ben 11000 partenti provenienti da tutto il mondo  : tra questi anche atleti del TEAM ISONZO .
BEARZOT Gianni e DEL MONACO Elisabetta  si sono cimentati sul percorso lungo di 208 km
con 3480 mt di dislivello  , dove hanno dovuto spianare i colli di POLENTA , PIEVE di RIVOSCHIO , CIOLA , BARBOTTO , TIFFI , PERTICARA , PUGLIANO ,PASSO delle SIEPI
e GOROLO .
BEVILACQUA P. , GREGORIN R. , NOVELLI A. ,TOSO D. , MARIZZA F., FAMEA G. , invece hanno concluso il percorso di 130 km scalando le prime quattro salite che erano in comune ai due percorsi , per un dislivello totale di 1870 mt.
Una gran fondo molto bella , e molto dura nel percorso lungo , sia per la lunghezza che supera i 200 km  che per il dislivello  , dove si affrontano alcune delle più toste salite degli Appennini .
Solo una settimana prima Gianni BEARZOT prendeva parte alla gran fondo intitolata al grande GIMONDI  in quel di Bergamo .Questa gran fondo facente parte del circuito del Prestigio risulta anch’essa una delle più blasonate sul nostro territorio ,dove in 165 km con un dislivello di più di 2600 mt  si affrontano le salite di COLLE del GALLO , SELVINO , valico di Val TALEGGIO , BERBENNO e COSTA VALLE IMAGNA .
Domenica 31 maggio è stata la volta della gran fondo di Pordenone prova dell’Alpe Adria Tour ,che vede iscritti alcuni nostri atleti. Sul percorso lungo di 145 km  si sono cimentati : MASSENIO G. e
VARGIU L. ; mentre sul percorso di 105 km hanno visto impegnati COMELLI M , BEVILACQUA P. ( uno dei più attivi in questo inizio stagione ) TOSO D. , FRANTI G. e CAPPELLI G.  . Sul percorso di questa gara si son affrontate le salite di PALA BARZANA e PIANCAVALLO .
Martedi’ 2 giugno  è stata la volta di SPAGNOLLI DIEGO  che ha affrontato una lunga trasferta sino in Umbria  per partecipare alla gran fondo ALTA VALLE del TEVERE .
Qui , sulle vie del tartufo su un percorso di 140 km per un dislivello di 2000 mt si è cimentato in una gara che vedeva una prima parte veloce per poi trovare le maggiori difficoltà sulla parte successiva dove ha dovuto far i conti con le salite di S.Maria Tiberina , Citerna , Caprese Michelangelo e Passo di Viamaggio .

23-05-2009 19:46

strada

MAGGIO A TUTTA BICI

USCITE DI MAGGIO

Maggio , primavera  , primi caldi , le giornate si allungano e c’è tanta voglia di bicicletta .
Questo mese per i nostri atleti è iniziato con la massiccia presenza alla GF Haiti  ( già descritta )
Il 10/05/09 è stata organizzata una grossa trasferta in Toscana , precisamente a San Gimignano ( Si )
per partecipare alla GF della Vernaccia .Qui , già nelle passate edizioni , si erano registrate presenze di nostri atleti . Sul percorso lungo di 154 km con un dislivello di 1750 mt si sono cimentati :Devidè ,Gregorin , Cossovel , Sciortino , Famea , e Marizza , mentre sul percorso di medio fondo sulla distanza di 102 km con un dislivello di 1350 mt si sono visti : Comelli , Bordignon , Zorzetti , Giacovaz , Fontebasso , Pelosin e Bassanese .
Passa solo una settimana , e troviamo nostri atleti  : precisamente Vargiu , Bevilacqua e Elisabetta Del Monaco sulle classifiche della GF del Prosecco .Questa GF gemellata tra l’altro con la GF d’Istria dove eravamo presenti , si è corsa nella città di Vittorio Veneto ( TV ). Un percorso molto impegnativo ,che se pur non essendo di lungo chilometraggio ( 135 km ) presentava però un dislivello interessante : ben 2650 mt !
Da segnalare che in questi giorni si sta correndo il giro d’Italia , che tra l’altro è passato sulle nostre strade , un gran onore , visto che si tratta del giro del centenario e per di più con la presenza di Lance Amstrong . . Le maglie del Team Isonzo si sono notate anche sulle strade della corsa rosa .
Beraldo e Spagnolli hanno voluto seguire il giro sulle strade del Trentino provando gli arrivi di San Martino di Castrozza ( con prolungamento sull’innevato passo Rolle ) e sul difficile arrivo di Alpe di Siusi , dove poi dopo qualche ora si son dati battaglia i big del giro rosa .

05-05-2009 23:33

strada

gran fondo HAITI 2009

team ISONZO presente per la corsa alla solidarietà

Finalmente una gran fondo nella nostra regione …
Domenica  03 maggio a Feletto Umberto ( UD ) si è corsa la 17° edizione della gran fondo per Haiti . La manifestazione , valida anche come 1° prova Alpe Adria Tour ha fatto registrare un enorme salto di qualità arrivando quasi a 1800 iscritti .Per dare qualche novità rispetto le scorse edizioni l’organizzazione ha pensato di modificare i percorsi , cambiandone il senso di marcia .
A tal proposito i percorsi sono divenuti più duri lasciando per il finale brevi ma duri strappi che si son fatti sentire nelle gambe degli atleti .Molti però si son lamentati soprattutto per la parte iniziale che prevedeva forse troppi km piatti in strade non troppo sicure .
La nostra squadra si è presentata al via con una trentina di corridori .
Tredici atleti , compresa l’unica ns.portacolori femminile E. Del Monaco si sono cimentati sulla distanza di 168 km per un dislivello di quasi 2500 mt ., superando le maggiori asperità quali : malghe di Porzus ( lato Canebola ) , Plan di Bonis , Monteaperta e Villanova delle Grotte .
Altri sedici atleti invece si sono cimentati nella medio fondo di 110 km con un dislivello di 1400 mt , dove le maggiori difficoltà si presentavano sulle salite per Monteaperta e Villanova delle Grotte .Da segnalare nella gran fondo la vittoria di Andrea Ballan , fratello del campione del mondo
professionistico su strada .Complimenti ai ns. atleti per aver portato a termine le loro prove su un percorso riscontratosi più ostico del previsto , ognuno con le proprie velleità , ognuno con le proprie
possibilità ….. se ne son viste di tutti i colori : dalle fughe solitarie , ai giochi di squadra con menate a tutta .Il TEAM ISONZO comunque si è fatto notare anche come una delle squadre più rappresentate .

22-04-2009 23:11

strada

GRAN FONDO IN CROAZIA

TEAM ISONZO ALL’ESTERO

Domenica 19 aprile il nostro team si è presentato in massa alla prima edizione della granfondo
D’Istria svoltasi ad Orsera di Rovigno .
Portare ben 25 atleti del nostro sodalizio sui nastri di partenza di una gara all’estero è per noi
segno di grande orgoglio .Questa gara croata è stata inserita nel calendario come gemellata alla gf del Prosecco .I nostri rappresentanti si sono cimentati sul percorso di medio fondo sulla lunghezza di 94 km che presentava un dislivello superiore ai 1000 mt.
Seguendo lo spirito del nostro team durante il percorso si sono formati diversi gruppetti di nostri atleti che hanno completato la prova senza tralasciare d’ammirare  la splendida riviera croata .
Tutti i 25 atleti meriterebbero una menzione , ma particolarmente vogliamo ringraziare per la loro presenza quelli nuovi che unendosi al gruppo , rafforzano lo spirito del team .Si segnala inoltre l’ottima prova di Bevilacqua Paolo che con il 28° tempo è arrivato a ridosso dei primi .Nel percorso lungo vittoria solitaria per lo sloveno Jure Robic , già vincitore di una massacrante race across America.

08-04-2009 22:50

strada

QUELLA MALEDETTA FORATURA

GRAN FONDO SELLE ITALIA 05.04.09

Nuovamente Romagna , nuovamente TEAM ISONZO.

Beraldo Gianni e Spagnolli Diego hanno partecipato alla gran fondo Selle Italia domenica 5 aprile a Cervia. Arrivati in Romagna sabato pomeriggio decidono di fare un giretto d’allenamento, tanto per collezionare qualche nuovo colle: una trentina di km, ma con quasi 700 mt di dislivello …..valico di monte Busca e valico di S.Maria in Castello gli obiettivi. Forse non è il migliore dei modi per prepararsi alla gran fondo dell’indomani .
Domenica mattina: la giornata si presenta splendida, oggi sarà la prima gara dell’anno. Partenza, siamo in buona posizione di griglia, ma al km 2 il fattaccio: Diego fora “ che sfiga “!!!!!!!
Ci passano tutti, ma proprio tutti auto al seguito comprese, ormai siamo in balia del traffico.
Dopo una decina di minuti abbondanti ripartiamo, sapendo che sarà molto dura .
Per chi l’ha già fatta sa che i primi 35 km son tutti di pianura e trovarsi soli al vento vuol dire arrivare già stanchi alle salite. A tutta….. comincia la rincorsa. Recuperiamo e ne passiamo tanti, ma quando arriviamo al colle Polenta, nuova delusione: la salita è un ingorgo, per un po’ si sale a piedi! Ricominciamo la rincorsa, scalando il monte Cavallo, Montevecchio cima Pantani, monte Cavallo nuovamente e qualche piccolo strappo, ormai si ritorna verso Cervia. A 2 km dal traguardo nuovo fattaccio :troviamo abbassate le barriere del treno! Arriviamo in vista del traguardo assieme ad un ragazzo toscano che scherzosamente si propone a tirarci la volata: Diego scatta a sinistra Gianni a destra: chi vincerà ? ……………   il TEAM ISONZO  naturalmente!
Per la cronaca siamo arrivati intorno alla 1225° posizione, superandone quasi 600 solo sul percorso lungo! senza contare tutti quelli del medio. Media finale 27,2  ( nostra più di 28 )  ma quanti km soli. Se non ci si sarebbe messa la sfortuna avremmo fatto i 30 di media sui 150 km finali, faticando di meno …. Ma va bene così, e ci consoliamo con delle buonissime PIADINE ROMAGNOLE prima di ritornare a casa cotti ma contenti.
Giudizio finale, le gran fondo del Prestigio sono molto ben organizzate, basti vedere i partenti, ma troppi sono i km di pianura  per uscire e per poi raggiungere nuovamente Cervia .!

31-03-2009 23:43

strada

Gran Fondo Davide Cassani 2009

TEAM ISONZO sugli scudi

Incominciano le Gran Fondo per l’annata 2009 e gli atleti del TEAM ISONZO già si rendono protagonisti .Domenica 29 marzo nel bel palcoscenico della città di Faenza sotto la regia di Davide Cassani si è corsa la quindicesima edizione della Gran Fondo a lui dedicata .
Siamo ad inizio stagione ed il percorso si presenta già impegnativo :157 km per un dislivello complessivo che si avvicina ai 2000 mt.  Le difficoltà di questa gara sono il monte Chioda 657 mt , monte Busca 709 mt , monte Carla 287 mt , monte Albano 431 mt e il dentello finale di Brisighella 115 mt. .
Qui vogliamo segnalare l’ottima prestazione della sempre più sorprendente Elisabetta Del Monaco .
La nostra atleta con il tempo di 5 h 33’35’’ si è classificata al 3° posto assoluto donne del percorso lungo con una media di 28,24 km/h .
Betty , presentatasi ai nastri di partenza già in ottima forma , con questo splendido risultato dimostra che anche quest’anno darà del filo da torcere alle sue colleghe alle varie manifestazioni in giro per l’Italia , senza tralasciare che lascerà dietro a lei parecchi dei suoi compagni di squadra !
Da segnalare la presenza in gruppo del nostro Gianni Bearzot ,che come ogni anno ci stupirà  per i risultati raggiunti . Complimenti per la prestazione dei nostri due portacolori

24-03-2009 23:00

strada

A CACCIA DI COLLI IN TOSCANA

TEAM ISONZO AMATORI
GRANFONDO FONDRIEST

Il 2008 è stato sicuramente un anno fantastico per i giri in montagna a caccia di colli .
L’aver seguito il Tour de France potendo cosi’ scalare mitici colli quali il GALIBIER,l’ALPE d’HUEZ,il VARS e la BONNETTE mi ha dato molta soddisfazione .
Voglio però ricordare la due giorni passata con il mio amico DIEGO nella zona del Mugello.
Avevamo deciso di partecipare alla granfondo FONDRIEST a CASTROCARRO TERME .
Partenza alla mattina presto di sabato 7 giugno in direzione Toscana , a Marradi . Qui fissiamo il
punto di partenza di un bel giro nel Mugello. Iniziamo a salire dal bel principio, passando per Crespino del Lamone prima di valicare la COLLA di CASAGLIA ( 913 mt ) breve discesa e svolta a destra  per raggiungere dopo una ventina di km il PASSO SAMBUCA ( 1061 mt ) passando prima per PRATO all’ALBERO ( 1036  mt ) . Comincia a piovere , e anche forte …… peccato , ma
riusciamo ugualmente  a goderci questo angolo di Toscana . Dalla nostra “ cima Coppi “ iniziamo una lunga discesa ( bagnata ) che ci porta fino a Palazzolo sul Senio . Optiamo per una variante che ci porta fino al valico del PARETAIO ( 880 mt ) . Ritornati a Palazzolo iniziamo l’ultima salita di giornata che ci porta sul PASSO CARNEVALE ( 721 mt )  prima di chiudere il giro a Marradi  dopo una sessantina di km. Il percorso completamente senza un mt di pianura  ci fa valicare diversi passi che non presentano però pendenze importanti  . Ora però abbiamo bisogno di recuperare , dopotutto domani abbiamo una corsa da fare …. Siamo qui per questo ! Approfittiamo di un .ristorantino del luogo ( consigliatoci da amici ) per assaporare le delizie della cucina locale  .
Dopo una serata tranquilla andiamo a nanna . Finalmente domenica , sveglia presto colazione abbondante , oggi c’è la granfondo FONDRIEST  : 156 km per quasi 3000 mt di dislivello con ben 8 GPM . Nulla di particolarmente difficile viste le nostre velleità di non farla a tutta  , tenendo anche conto che la nostra sgambata di ieri non era proprio soft ! Iniziamo con tranquillità .
L’ambiente come ieri si presenta molto bello , un posto da favola per i ciclisti .
Si susseguono PASSO CENTOFORCHE ( 551 mt ) , PASSO dei 3 FAGGI ( 963 mt ) , PASSO del MURAGLIONE ( 907 mt ) , PASSO della PESCHIERA ( 930 mt ) , PASSO dell’EREMO ( 917 mt ) , PASSO del BECCUGIANO ( 538 mt ) , PASSO di MONTE TREBBIO ( 684 mt ) e infine SELLA SABBIONI  . Peccato che come il giorno prima , verso metà gara ci sorprende la pioggia  che col passare dei km aumenta pure di intensità e non ci lascerà fin quasi all’arrivo ( per 70 km circa di pioggia )  Alla fine un po’ umidi ritorniamo a Castrocarro  , comunque felici per il bel percorso . All’arrivo approfittiamo pure del servizio massaggi offerto da uno sponsor , prima di ritornare verso il Friuli  stanchi ma felici  per la nuova avventura  in bici alla scoperta di nuove montagne . 
*** BERALDO GIANNI e SPAGNOLLI DIEGO  TEAM ISONZO AMATORI ***

21-02-2009 23:37

MTB

3 h. Mtb Bondo (Tn)

Flaviano Richter

E l’anno 2009 è
iniziato e comincio a dare i primi assaggi per le prossime 24h.
Si inizia con qualcosa di diverso dal solito, il fondo non è piu la classica terra ma questa volta è neve, fortunatamente quest’anno non manca e li a Bondo ( TN ) c’è ne sarà in abbondanza, la giornata poi sarà il massimo a cui si può aspirare, perciò non molto fredda e con un cielo limpidissimo.
Si parte alle 17, 250 biker al via per un inizio stagione di sport e divertimento.
In una serata d’inverno per niente gelida e stellata, sulle nevi di Bondo, è andata in scena la 3° edizione della 3-TRE bike, gara a staffetta organizzata dal C.O. 24 Ore Val Rendena e dal C.O. 9 Ore di Bondo. Biker provenienti da tutta Italia si sono dati battaglia per 3 ore su un anello di circa un chilometro completamente innevato, dando vita ad una piacevole e spettacolare gara combattuta .
E’ stato un bel inizio, il divertimento non è mancato ( i capitomboli sulla neve poi hanno divertito tutti dentro e fuori del tracciato ).
Alla fine 37o su 83 solisti partecipanti.

Flaviano Richter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *