Amatori 2010

26-10-2010 00:03

strada

resoconto di fine stagione

amatori TEAM ISONZO

Resoconto stagione 2010 Team Isonzo sezione amatori.
Si è conclusa una annata ricca di conferme e soddisfazioni per gli amatori del TEAM ISONZO .
Molti sono stati gli appuntamenti che hanno visto protagonisti i “ragazzi” della nostra squadra: da quelli agonistici a quelli organizzativi.
Prestando fede ai programmi d’inizio anno, il direttivo si è impegnato nell’organizzazione di tre eventi agonistici.
Il 26 giugno, presso il collaudato percorso nell’area di Medea si è svolto il Trofeo Mobili Rosin, dove i protagonisti erano i ragazzi della MTB.
Il 07 agosto, come da tradizione assieme alla brigata Pozzuolo del Friuli è stata organizzata la V edizione della cronoscalata borgo S. Mauro – monte Sabotino in quel di Gorizia, prova che ha visto protagonisti i cicloamatori settore strada.
Il 19 settembre, nuovo appuntamento dedicato ai bikers amanti delle “ruote grasse”. In quel di S. Martino del Carso è stato organizzato il I trofeo “ tra cippi e trincee”.
Nel campo agonistico, i nostri colori sono stati presenti in innumerevoli manifestazioni sia in campo nazionale che internazionale, dividendosi equamente sia nel settore strada che nel settore mtb.
Abbiamo cominciato a correre da marzo, presentandoci ai nastri di partenza delle prime gran fondo, per concludere ad ottobre nelle ultime gare di calendario.
Grande soddisfazione per i podi di categoria conquistati nel circuito Alpe Adria da Rosin Roberto, Bolzan Viviano, Camuffo Mauro e Toso Dario. Citazioni di merito anche per gli altri componenti del Team che hanno concluso il circuito citato che comprendeva le prove: g.f. Haiti di Feletto Umberto, Kaernten Rad Marathon a Bad Kleinkircheim in Austria, Marathon Franja a Lubiana-Slovenia, g.f. città di Pordenone, Nord Est Marathon a Buttrio e infine la cronoscalata a Trieste.Da segnalare l’ottima prestazione di Rosin Roberto, che partecipando alle gran fondo, alla conclusione della challenge, si è classificato primo di categoria. Mentre per le medio fondo: Comelli Massimo, Cumin Federico, Bevilacqua Paolo, Bordignon Giorgio, Avian Loreno, Zorzetti Edi, Spanghero Luciano, Cappelli Giordano e Famea Giuseppe. Tutti nel loro impegno ci hanno permesso di raggiungere il lusinghiero 2° posto assoluto nella speciale classifica per società.
Merito al sempre presente Bevilacqua Paolo, che assieme a Gregorin Renzo e Marizza Fulvio hanno preso parte con successo alla Challenge Giordana, circuito di gran fondo venete.
Come ogni stagione dobbiamo complimentarci con Elisabetta Del Monaco: grinta da vendere per la nostra portacolori, che anche quest’anno ha corso veramente tanto, affrontando ogni volta con successo i percorsi più impegnativi.
Non da meno Gianni Bearzot; ormai rare le gran fondo che non lo vedono figurare nelle classifiche.
Oltre a correre sul territorio nazionale, come ogni anno Gianni ha portato i nostri colori sulle strade delle corse più blasonate d’Europa: quest’anno è stata la volta della mitica Parigi-Roubaix.
Oltre ai già citati, altri componenti della squadra si sono cimentati correndo nelle gran fondo più blasonate d’Italia: Maratona delle Dolomiti, 9 Colli, Sportful, Gimondi, Eddy Merckx,Prosecco, Eroica, ecc.
Per il settore MTB, è stato l’anno delle conferme. Molti stradisti hanno scoperto lo “spirito libero” dei bikers, appezzando per poi condividere il fenomeno MTB. I nostri atleti hanno preso parte al Friuli mtb Challenge, circuito che comprendeva: la marathon bike del Varmo, Tiliment marathon, marathon bike per Haiti, Venzonassa marathon bike, gran fondo del Carso e Lokve marathon in Slovenia. Ottima la prestazione finale di Lenardon Stefano. Si sono distinti: Fontebasso Davide, Rosin Valentina, Margarit Michele, Spanghero Roberto, Devidè Alberto e Destradi Alessandro.
Il duo Fontebasso Margarit, ha preso parte con successo anche al circuito di gare venete FI’ZI:K, che comprendeva prove quali: g.f. Tre Valli a Tregnago (VR), g.f. del Durello a S. Giovanni Ilarione (VR), g.f. Città di Garda-Paola Pezzo e Lessinia Legend (VR).
Ancora Fontebasso, ha affrontato la trasferta in terra croata, a Parenzo per prender parte ai giochi mondiali della medicina e della sanità.
Menzione particolare per Richter Flaviano. Causa problemi fisici ha potuto gareggiare poco , ma nonostante tutto è riuscito a partecipare ad alcune massacranti 12 e 24 h di mtb.
Molte le prove quindi che hanno visto al via rappresentanti del Team Isonzo con fiore all’occhiello le trasferte all’estero: Francia, Austria, Slovenia e Croazia.
Però non solo agonismo! Tenendo fede al spirito di gruppo che contraddistingue il Team, non sono state tralasciate le varie uscite di gruppo. Come nella passata stagione, bel successo per la gita in Valtellina per partecipare al Stelvio day.
Va ora in archivio un’altra bellissima stagione per il nostro sodalizio, che già vede al futuro di una nuova stagione sui pedali.

14-10-2010 22:54

strada

L’EROICA

sapori antichi per gli ultimi colpi di pedale

Domenica 03 ottobre, per il Team Isonzo ci sono stati gli ultimi colpi di pedale nelle manifestazione amatoriali per la stagione in corso…. Oppure sarebbe meglio dire “colpi di brindisi”.
Infatti, mentre eravamo presenti con Beraldo,Bevilacqua,Blason,Comelli e Gressani alla gran fondo del PROSECCO…..in Toscana e precisamente a Gaiole in CHIANTI si svolgeva la famosissima “ Eroica “dove eravamo rappresentati da Gregorin Renzo, Marizza Fulvio, Giacovaz Giorgio, Pelosin Mauro, Bassanese Edi e Stefano Lenardon.
Il gruppo di bisiachi, coadiuvato da Renzo e Fulvio, gran esperti di questa manifestazione, sono giunti in terra senese veramente ben organizzati per l’occasione: bici a doc, vale a dirsi biciclette da corsa costruite prima del 1987 con leve dei cambi poste sul tubo obliquo del telaio, gabbiette fermapiedi e cinghietti, fili dei freni esterni, ecc, senza tralasciare l’abbigliamento d’epoca, con maglie di lana, caschi in cuoio ed altro.
Ben 3480 i partecipanti all’evento ! Ormai diventata un must, tanto che ogni anno arrivano appassionati da tutto il mondo, senza contare che pure i professionisti l’hanno rivisitata proponendola da tre anni come classica del calendario.
Per gli amatori vari percorsi a disposizione; dai più facili, sino all’estremo che prevedeva una distanza di 205 km con tanto, ma tanto sterrato.
I nostri hanno optato per il percorso di 138 km che come il primo, prevedeva la partenza alla “francese” dalle ore 05:00 alle ore 07:00. Come da regolamento, partendo alle 06:00 di mattina, hanno dovuto munirsi di luce sulla bici.
Optando per questo percorso, i nostri atleti, pur assaporando appieno alle caratteristiche di questa prova atipica, hanno potuto mettere in risalto le “nostre” doti migliori: l’apprezzamento dopo una selezionata degustazione, delle specialità gastronomiche locali !!! Infatti non uno dei ristori previsti è stato tralasciato dai componenti del Team Isonzo. Ribollita e salame, senza tralasciare qualche buon bicchiere di chianti ! Alla fine sazi e stanchi dopo ben 2500 mt di dislivello, ma altrettanto entusiasti per aver partecipato ancora una volta ad una competizione davvero unica,
Ora, sembra proprio che la stagione delle gare sia finita per tutti: quindi spazio al riposo.
Infatti per molti è giunta l’ora di rifiatare, mentre chi continua ancora ad uscire, lo fa con ritmi molto più blandi; ma per tutti c’è già il pensiero rivolto alla prossima stagione sognando la partecipazione a chissà quale evento.

08-10-2010 23:18

strada

Gran fondo del Prosecco ( Valdobbiadene ) e gran fondo Groden ( Ortisei )

Ultimi colpi di pedale in autunno

Ultime pedalate di una lunga stagione ciclistica; siamo ormai arrivati in autunno e per molti è ora di dedicarsi un po’ di riposo. Ma come per i professionisti ci sono ancora corse di grossissimo livello: vedi la Vuelta di Spagna conclusasi da poco, i campionati del Mondo, appena terminati e grandi classiche quale il Giro di Lombardia ancora da disputare, anche per noi amatori, nel fitto programma di gare ci sono ancora delle “ classiche “ a cui molti vogliono prender parte.
Il programma nazionale prevedeva la novità della gran fondo Groden Marathon con sede ad Ortisei in val Gardena. Questa corsa che si proponeva alla prima edizione, presentava un tracciato “hors categorie “ con un dislivello di 3300 mt in appena 111 km. Passo Sella, passo Fedaia ( Marmolada ) e passo Pordoi i scogli da superare. Purtroppo il meteo non è stato favorevole con la gara altoatesina. Ma malgrado le condizioni meteorologiche avverse, la 1° edizione si è conclusa con successo.
A seguito dell’ultimo sopraluogo sul percorso, data l’evidente impraticabilità dei passi, è stato deciso di annullare anche il percorso corto ( 77 km con il Sella Ronda come ostacoli ) e di cronometrare solamente il tratto da Ortisei a Passo Gardena ( 18,5 km ).
Tra i coraggiosi atleti al via non potevano mancare le maglie del Team Isonzo, e chi se non due atleti che si sono distinti in questa stagione per aver corso davvero tanto, portando egregi risultati al nostro sodalizio: Elisabetta Del Monaco e Paolo Bevilacqua. Sfidando meteo e montagna, i nostri atleti hanno completato la scalata in 1h 12’.
Domenica 3 ottobre è stata la volta della Prosecco Cycling Classic. A Valdobbiadene hanno lavorato per confermare l’ottima scorsa edizione proponendo un servizio di prim’ordine.
Nonostante il tempo non sia stato dei migliori, almeno è stato scongiurato il rischio pioggia, e ben 2000 atleti hanno preso parte ai due percorsi predisposti dall’organizzazione.
La corsa giunta alla 7° edizione prevedeva un percorso molto nervoso, dove in 128 km si doveva superare un dislivello di 2200 mt. Le asperità da superare erano: Combai, colle di Guarda, monte Nero,sella di Arfanta , i durissimi strappi del mitico Muro di Cà del Poggio e la rampa finale a pochi km da Valdobbiadene dove su fondo lastricato in cemento si sono riscontrate pendenze superiori al 20% ! 5 gli atleti del Team Isonzo che si sono cimentati in questa prova concludendo con una ottima prestazione il percorso lungo. Il primo dei nostri a giungere sul traguardo è stato l’indomito Paolo Bevilacqua che con il tempo di 4h 13’ è arrivato a ridosso dei primi “ umani “. Poco dopo, in 4h 20’ l’arrivo compatto del resto del team: Gressani Claudio, Blason Marco, Comelli Massimo e Beraldo Gianni.
Per festeggiare la buona prova  del team Isonzo, brindisi finale con una ottima coppa di Prosecco doc…..

17-09-2010 23:16

MTB

FRIULI MTB CHALLENGE

i ragazzi della mtb in Slovenia

Procede di buona lena l’attività amatoriale dei rappresentanti del Team Isonzo impegnati nella mtb.
Il 05 settembre si è svolta a Lokve ( Slovenia ) la terza edizione della Lokve Marathon.
La gara in terra slovena faceva parte del Friuli mtb challenge, ed era la sesta ed ultima prova in programma. Le altre gare già disputate sono state: marathon bike del Varmo, Tiliment marathon bike, marathon bike per Haiti, Venzonassa marathon bike, gran fondo del Carso ed appunto la prova di Lokve. Ottimi i risultati del nostro team, che alla fine si è classificato al 21° posto su 218 squadre rappresentate. Tra i nostri atleti, da segnalare l’ottimo risultato di Lenardon che si è classificato al 7° posto assoluto di categoria, su 128 atleti. Fontebasso, 37° su ben 235 atleti ( tenendo conto di solo 2 prove disputate ). Buone inoltre le prestazioni della coppia Rosin Valentina e Margarit Michele, che con solo una prova a testa, occupano ottime posizioni nelle rispettive categorie d’età.
L’ultima prova ha visto tre nostri atleti prendervi parte.
Lenardon e Devidè hanno preso parte al percorso lungo che prevedeva sulla distanza di 53 km ben 1430 mt di dislivello. Sul percorso di 38 km con 900 mt di dislivello si è cimentato Fontebasso.
Come suo solito, ottima la prova di Lenardon, conseguendo l’ottimo risultato di terzo di categoria.
Buona la prestazione di Devidè, che per un errore di classifica, risulta aver terminato il percorso corto. Buona pure la prova di Fontebasso che chiudeva al 20° posto assoluto e sesto di categoria.
Alla fine i nostri hanno giudicato la prova con percorsi spettacolari meritevoli di esser rivisti nelle prossime edizioni. Quindi un doveroso plauso agli organizzatori, tra l’altro gli stessi della prova di Doberdo’ del Lago, che ben hanno saputo valorizzare i nostri territori. Unico piccolo neo, le temperature molto rigide che sembravano d’autunno inoltrato, che hanno costretto i nostri atleti prima della partenza ad un “ riscaldamento forzato “ in auto, al contrario delle solite sgambate pre-gara.
Ora per concludere si aspettano tutti i bikers domenica a San Martino del Carso per prendere parte alla manifestazione organizzata dal TEAM ISONZO.

16-09-2010 23:08

strada

Competizioni di fine estate

Gran Fondo Charly Gaul,Castelli Malatestiani,Colnago, Dolomiti Stars,  Provincie.

Solitamente per noi atleti del Team Isonzo il mese d’agosto rappresenta come una sosta nell’attività agonistica. Per molti ( senza trascurare completamente la bici ) è un periodo di ferie da trascorrere con la famiglia; tanti hanno già chiuso con le gare, mentre per altri ci si prepara per le ultime competizioni di una lunga stagione. Comunque per i stakanovisti delle gran fondo, il calendario nazionale prevede gare senza soste, e qui troviamo ancora le maglie del nostro team a rappresentarci.
Il giorno 8 agosto si è svolta a Trento la 5°edizione della  gran fondo Charly Gaul. La prova è stata inserita quest’anno come gara new entry nel circuito del prestigio, e presentava l’atipico arrivo in quota sul Monte Bondone. La montagna di Trento vuole onorare il vincitore della mitica tappa del giro d’Italia di molti anni fa, dove sotto una tormenta di neve, vinse per appunto il campione del passato Charly Gaul. A rappresentarci, sul percorso di medio fondo c’è stato Rigonat Alessandro che ha concluso la prova dopo 90 km e 1650 mt di dislivello.
Due settimane più tardi, precisamente il 22 agosto, in quel di Rimini si è svolta la 17° edizione della gran fondo “ Castelli Malatestiani “e qui eravamo rappresentati dalla nostra Elisabetta Del Monaco.
La prova prevedeva due percorsi a cui si sono iscritti un migliaio di atleti. Elisabetta ha completato il percorso lungo che prevedeva una distanza di 151 km. Le difficoltà da superare sono state: Monte Titano, Cima Dante, Monte Leone, Sogliano e Torriana per un totale di oltre 2700 mt di dislivello.
Il 5 settembre a Piacenza si è corsa la gran fondo Colnago, ultima prova del circuito del prestigio.
Qui si registra l’ennesima presenza della nostra Elisabetta Del Monaco. Molti i partenti alla prova piacentina: quasi 3000 gli arrivati sui tre percorsi messi a disposizione dell’organizzazione.
La nostra portacolori, come suo solito si è cimentata sul percorso di gran fondo. Per lei 156km con un dislivello di 2700 mt, dove le maggiori asperità sono state: Groppo Arcelli, Passo Caldarola, Passo Santa Barbara, Passo Cerro e sella di Bagnolo. Buona la prestazione della nostra atleta che dopo 6 ore di fatiche si è classificata a metà gruppo.
La settimana successiva è stata la volta di Bevilacqua Paolo che ha partecipato alla gran fondo Dolomiti Stars. La prova dolomitica vedeva la partenza da Arabba e presentava due percorsi.
Paolo ha preso parte al percorso di medio fondo classificandosi  dopo una ottima prova, non lontano dalle prime posizioni; per lui 80 km , superando duri ostacoli quali Passo Giau ( tetto della prova con 2233 mt ), e Passo Falzarego per ben 2200 mt di dislivello.
Stessa domenica, ma in Toscana è stata la volta del nostro atleta Gianni Bearzot.
A Figline Valdarno si è corsa la gran fondo delle “ 3 Provincie “, una cavalcata tra le colline del Chianti . Pochi i partenti, ma ha ben figurato il nostro atleta che ha concluso il percorso di gran fondo che prevedeva sulla distanza di 154 km diverse asperità, tra le quali i colli di Reggello, Badia Coltibuono, Monteluco, Gaiole in Chianti e Brolio, per un totale di quasi 2400 mt di dislivello.

01-09-2010 13:31

MTB

SAN MARTINO DEL CARSO 19.09.2010
I° TROFEO TRA CIPPI E TRINCEE

Gara di Mountain Bike organizzata dal

SAN MARTINO DEL CARSO 19.09.2010
I° TROFEO TRA CIPPI E TRINCEE

La scrivente società organizza il giorno 19.09.2010 il primo trofeo “Tra cippi e trincee” gara aperta alle categorie amatoriali, che si terrà sul monte San Michele del comune di Sagrado in provincia di Gorizia.
REGOLAMENTO
La partecipazione alla gara è aperta a tutti gli atleti della categoria amatori tesserati FCI, e agli atleti stranieri tesserati per una federazione affiliata all’UCI e agli enti di promozione nazionale e della consulta.
ISCRIZIONI : per atleti FCI possono essere effettuate dal sito della Federazione ID Gara 34420, via fax 178 6018577 o e-mail teamisonzoamatori@tiscali.it, entro le ore 20.00 del 17.09.10, riportando tutti i dati dell’atleta nonché della società.
La società organizzatrice si riserva di richiedere il versamento delle quote per gli atleti iscritti che non si fossero presentati.
QUOTA D’ISCRIZIONE: € 13,00 da versare all’atto di verifica delle tessere da parte di tutti gli amatori (€ 7,00 per donne), la quota destinata al pacco gara sarà destinata in beneficienza all’associazione “IL GIGLIO” onlus di San Canzian d’Is.
RITROVO : San Martino del Carso presso il campo di calcio.
ORARI:    Ore 8.00 ore 9.30 verifica tessere.
       Ore 10.00 partenza concorrenti.
       Ore 12.30 pasta party.
PERCORSO: Partenza dal centro di San Martino del Carso su salita asfaltata, che porta al monte San Michele, per una tratto di circa 700 m., dove inizia il percorso di gara con un breve tratto di single track che riporta verso il paese su sterrato e asfalto per giungere ad una ripida discesa tecnica in un vallone per poi uscirne dal lato opposto e dopo brevissimo tratto d’asfalto in discesa, inizio carrareccia di ghiaia in salita  intraprendere una discesa lunga e veloce che porta alle pendici della salita più impegnativa lunga che porta alla strada asfaltata dove troveremo in seguito l’arrivo. Dopo breve tratto di strada si ritorna in fuoristrada prima su carrareccia con un bel tratto di single track divertente per ritrovarsi dopo un altro bel tratto di carrareccia a riprendere il giro dal single track. L’intero percorso misura circa 7,7 km a giro, da ripetere più volte a seconda della categoria, il dislivello per ogni giro è di 195 m.
L’organizzatore si riserva la facoltà di modificare il percorso per garantire la massima sicurezza dei partecipanti, saranno a disposizione le docce e lavaggio bici.
L’assistenza sanitaria sarà fornita dall’Associazione Sanitaria di Volontari “La Salute” di Lucinico.
PREMIAZIONI: Verranno effettuate alle ore 13.15 circa nella zona iscrizioni presso il campo di calcio dove verrà assegnato il I° Trofeo Tra cippi e trincee.

03-08-2010 22:41

strada

Gran fondo città di Pordenone

Team Isonzo sugli scudi

Domenica 01 agosto si è corsa la 4° edizione della gran fondo città di Pordenone. La prova che già era stata spostata dalla data iniziale del 27 giugno causa maltempo, rischiava di vedere una ennesima partenza bagnata…. ma per questa volta il dio pluvio ha concesso una tregua, offrendo ai oltre 500 partenti una giornata di bel tempo.
Essendo la gara inserita nel circuito Alpe Adria, molti dei nostri atleti erano interessati a ben figurare in quanto ben inseriti nelle classifiche di categoria.
Il percorso lungo, sulla distanza di 161 km prevedeva un dislivello di oltre 2500 mt ; le principali asperità da superare erano: Clauzetto, forcella di Pala Barzana ( tetto della corsa con i suoi 848 mt ) e Bornas. Dei quasi 20 atleti del Team Isonzo presenti alla prova pordenonese, tre si sono cimentati su questa distanza più lunga. Negro Mauro, Rosin Roberto e Del Monaco Elisabetta hanno impiegato poco più di 5 ore per concludere il percorso, mostrando la loro propensione sulle lunghe distanze.
Ben più nutrita la presenza degli atleti sul percorso di medio fondo: alla fine saranno quasi 350 i classificati. La distanza da percorrere era di 116 km con le maggiori asperità sulla forcella di Pala Barzana e il passaggio in prossimità delle cave di S. Lorenzo, raggiungendo un dislivello pari a 1350 mt. Da segnalare l’ottima performance di Bolzan Viviano che con il tempo di 2h 59’ è giunto sul traguardo con il gruppo dei primi, subito a ridosso degli atleti che si sono giocati la vittoria.
Poco dopo è stata la volta di Comelli Massimo e Camuffo Mauro che continuano a ben figurare.
Queste prove sono un premio per la tenacia negli allenamenti: per difendere un posto sul podio di categoria c’è chi nella pausa pranzo lavorativa inforcava la bici e macinava km sfidando afa o pioggia… complimenti “mamolo”.
Buona la prova del resto del gruppo; a seguire Bevilacqua Paolo e Trevisan Peeter ( quest’ultimo dimostra che chi ha sempre fatto sport ad ottimi livelli, come lui nel calcio, pur cambiando specialità riesce sempre a ben figurare ). Via via poi tutti gli altri : Zorzetti Edi, Bordignon Giorgio, Toso Dario, Cumin Federico, Spanghero Luciano, Avian Loreno, Macuglia Alessio, Tomat Roberto, Cappeli Giordano, Oliva Giorgio e Rigonat Alessandro.
Archiviata anche questa prova, per molti è tempo di vacanze. Per gli interessati al circuito Alpe Adria, all’appello manca la cronoscalata di Trieste ( ma c’è ancora tempo ). Nelle prossime prove in programma spicca la cronoscalata al Monte Sabotino, organizzata dal nostro team: per tutti appuntamento il 7 agosto a Gorizia.
Un plauso per i nostri atleti…. è sempre importante per noi far si’ che si notino le nostre maglie sempre presenti nelle varie manifestazioni ciclistiche nazionali ( ed Internazionali ).

30-07-2010 23:42

strada

Team Isonzo in Veneto e nelle Marche

gran fondo Pinarello
gran fondo straducale

Luglio comincia con un caldo bestiale, tutto lascia presagire una nuova gran fondo Pinarello con la solita calura a farla da padrone…
Domenica 18 luglio in quel di Treviso era in programma la 14° edizione della gran fondo Pinarello cycling. Molta curiosità aleggiava intorno alla classica prova trevigiana: senza dubbio l’idea di lanciare la partenza alla “francese” era un azzardo, fare da cavia a tutte le altre manifestazioni, togliendo un po’ di esasperato dalle prove amatoriali ciclistiche. D’altronde nel resto d’Europa funziona cosi’ ! Se funziona per la mitica Parigi Roubaix , perché non dobbiamo provarci noi.
Altra grossa novità: l’inserimento nel percorso della scalata del Monte Grappa versante Fietta.
Tutto lasciava presagire ad una prova dura, bella e curiosa, ma….
Quello che non ti aspetti: cambia il tempo, e come cambia : sembra quasi che l’estate sia finita di colpo: pioggia e freddo.
Risultato: l’organizzazione capitanata dalla famiglia Pinarello decide coscientemente di annullare il percorso lungo, compresa la scalata al monta Grappa. Tutti dirottati sul percorso di medio fondo.
Molti non vi partecipano, ma non è cosi’ per il nostro portacolori Paolo Bevilacqua. Come era già successo alla sportful di Feltre, il nostro atleta non si spaventa e non si scompone, e prende parte e termina la prova di Treviso. Per lui 133 km con un dislivello di più di 1500 mt.. Tra le asperità superate : S. Maria Vittorie, Forcella Mostaccin, il Combai e la presa X del Montello. Quattro ore di caparbietà per concludere la gara.
Passa una settimana ed il tempo dà un po’ di tregua.
Ora troviamo due maglie del Team Isonzo ad Urbino nelle Marche. Qui è in programma la 7° edizione della gran fondo Straducale. L’anno scorso la prova era stata inserita come new entry nel circuito del Prestigio e aveva destato un grande successo: eravamo venuti a provarla, e ci aveva impressionato positivamente.
Ora siamo nuovamente presenti, questa volta con Elisabetta Del Monaco e Gianni Bearzot.
Peccato per la modifica del tracciato dovuta a forza maggiore, con relativo taglio del suggestivo passaggio sul monta Catria.
La prova marchigiana comunque riesce ad offrire una gara di gran rispetto; già la partenza è da favola, sotto le antiche mura della città, mentre nel percorso il Palcano e soprattutto il monte Nerone danno quel tocco di difficoltà. In tutto 162 km con più di 3000 mt di dislivello. Buona la prova dei nostri portacolori: Gianni conclude in 5h37’, mentre Elisabetta in 5h58’ classificandosi a centro gruppo.

28-07-2010 00:16

strada

all’assalto dello STELVIO

trasferta in Valtellina

Team ISONZO all’assalto dello STELVIO Team ISONZO all’assalto dello STELVIO
Visto il buon riscontro della gita organizzata lo scorso anno per partecipare allo “ Stelvio day “,
anche per quest’anno il Team Isonzo ventilava la prospettiva d’organizzare un week end in Valtellina. La manifestazione si terrà sabato 28 agosto 2010, e prevede la chiusura totale al traffico motorizzato, quindi si potrà raggiungere la vetta del “ gigante “ alpino liberamente da uno dei tre versanti. Nella passata edizione abbiamo effettuato le scalate dai versanti di Bormio e Prato dello Stelvio. Per quest’anno qualcuno aveva suggerito la scalata dal terzo versante, ovvero dalla Svizzera. A tal proposito volevo darvi qualche ragguaglio e suggerimento:
Il versante svizzero, per il passo dello Stelvio è sicuramente il meno battuto e conosciuto, ma offre comunque scorci di rara bellezza. Come detto bisogna entrare in territorio elvetico: quindi non scordatevi la carta d’identità!
Ci troviamo nella val Mustair, la salita ha inizio dal paese di S. Maria (mt 1375 ) verso l’Umbrail Pass  ( detto anche Giogo di S. Maria ) , subito aspra con una serie di stretti tornanti  di pendenza elevata ( attorno al 10 % ) , poi l’asfalto lascia il posto ad un ottimo sterrato. L’ambiente naturale è estremamente selvaggio ed affascinante ; nei km finali, quando si esce dalla vegetazione, si pedala in un vallone dove si affrontano dei lunghi ed interminabili rettilinei. A farci compagnia, saranno i fischi delle numerosissime marmotte che popolano le pietraie ai lati della strada.
Lo scollina mento avviene ai 2505 mt del passo di S. Maria ( il passo più alto della Svizzera ) dopo 13,2 km con una pendenza media del 8,5 % e un dislivello di 1130 mt.
Da qui dopo aver superato il posto di confine, ci si immette sul versante di Bormio, e per raggiungere la vetta mancano ormai solo 3 km. Arrivo ai 2758 mt del mitico passo STELVIO.
Se la giornata si presenterà bella, si potrebbe effettuare un anello con partenza ed arrivo a Bormio.
Da scalare passo del Foscagno, passo d’Eira , passando per Livigno entrando poi in Svizzera e scalare l’Umbrail per poi arrivare sullo Stelvio; dalla vetta a Bormio solo Discesa !!!
Da Livigno per entrare in Svizzera bisogna passare il tunnel del Gallo, vietato al transito delle bici.
A tal proposito c’è la possibilità d’usufruire dell’ apposito pulmino per il trasporto delle bici della ditta Silvestri. ( www.silvestri.it ) Ogni mezzora  ( tunnel a traffico alternato ) c’è la partenza per un costo di 5 euro. Il tutto dalle 9:00 alle 16:30.
Buon divertimento a tutti gli interessati.

27-07-2010 22:56

MTB

a  tutta mountain-bike

gare degli atleti del Team Isonzo

Come avevamo già precedentemente descritto, il TEAM ISONZO non svolge solo attività su strada, ma ha anche un fiorente gruppo che ama le “ ruote grasse” della mountain bike.
Innanzitutto vogliamo menzionare Fontebasso Davide e Margarit Michele che concludendo la gran fondo Lessinia Legend, si sono brevettati nel circuito di gran fondo per mountain bike FIZIC.( circuito promosso dalla rivista specializzata tecno mtb )
La famosa Lessinia Legend si è svolta in quel di Verona, e prevedeva un percorso dove i nostri atleti hanno affrontato 58 km di inferno, con salite e discese impraticabili ( una vera vergogna, come riportato da diverse riviste del settore ) con un dislivello totale di quasi 2000 mt !
Il circuito veneto prevedeva quattro prove, ed oltre la già citata Lessinia Legend, comprendeva:
–    gran fondo 3 valli Gregnago- Verona : gara che presentava un splendido paesaggio , dove le salite pur essendo scorrevoli erano insidiose per il fondo viscido.
–    gran fondo del Durello S. Giovanni Ilarione- Verona : gara di 44 km con 1300 mt di dislivello.
–    gran fondo Paola Pezzo a Garda : una ottima gara che presenta una altrettanto ottima location. Da segnalare che nella gara vi era un tratto cronometrato di 2,5 km che presentava
–    delle notevoli pendenze : 20-25 % !
Alla gran fondo 3 valli, e alla gran fondo Paola Pezzo, oltre ai nostri brevettati, ha preso parte ai percorsi short la nostra atleta Valentina Rosin. Ottime le prestazioni della nostra portacolori, che si è classificata a ridosso del podio.
Oltre la presenza nelle varie manifestazioni del vicino Veneto, va segnalata la nutrita presenza di nostri atleti nella prova “ in casa “.
Domenica 13 giugno si è svolta a Doberdò del lago la gran fondo del Carso dove ben 7 nostri atleti si sono presentati ai nastri di partenza.
La prova sul nostro Carso prevedeva due percorsi: uno short di 42 km e uno marathon di 59 km.
Ambedue i percorsi prevedevano uno sconfinamento in territorio sloveno, dove gli atleti impegnati dovevano affrontare la scalata del monte Trstelj  ( 643 mt ) , dopodiché veniva affrontata la salita di Sela Na Krasu per il percorso lungo, ed infine nuovo tratto in comune in territorio italiano dove dalla  località kapriol si saliva fino a Cadorna, da qui sino a Doberdò per arrivare al traguardo.
Sul percorso marathon si sono cimentati 3 dei nostri atleti:
Lenardon Stefano che con l’ottimo 6° tempo assoluto risulta primo di categoria
Spanghero Roberto che conquista il 26° tempo assoluto
Lo sfortunato Destradi Alessandro che purtroppo non ha concluso la prova.
Sul percorso short, che con i suoi 42 km non era poi cosi’ tanto corto, si registrava la presenza di quattro nostri atleti:
l’ottima Rosin Valentina 3° classificata,
Margarit Michele, per poco fuori dal podio,
Fontebasso Davide 23° assoluto e 4° di categoria ( per la prima volta sul podio)
Sgorbissa Andrea, purtroppo causa noie ritirato.
La prova carsica ha regalato molta soddisfazione al team, vedendo ben 3 nostri atleti sul podio !
Brindisi finale a “ tutta birra “ !
Da tutti i partecipanti un plauso alle società organizzatrici per l’aver valorizzato il territorio carsico che si presenta come una ottima palestra per la mtb, che spesso viene snobbato dalle società locali.
Particolare menzione per Stefano Lenardon, che con i suoi ottimi primi posti assoluti e di categoria
Si sta ritagliando un posto di rilievo nel panorama mtb regionale.
Da segnalare la sfortunata prova di Fontebasso Davide nella trasferta in terra croata.
Il nostro portacolori ha preso parte ai giochi mondiali della medicina e della sanità che si sono svolti in quel di Parenzo ( Croazia ).
La sua prova purtroppo si è conclusa anzitempo, quando dopo 13 km di gara si trovava in una ottima 4° posizione causa rottura !
Un plauso a tutti i nostri atleti per l’attività svolta.

23-07-2010 14:38

strada

7 agosto 2010 CRONOSCALATA DEL MONTE SABOTINO

Gara organizzata dal TEAM ISONZO AMATORI

Eccoci pronti; anche quest’anno l’organizzazione della cronoscalata del monte Sabotino è partita, e raggiungerà il traguardo della Va edizione il giorno 7 agosto, con l’avvio della sfida tra ciclisti scalatori.
Una gara non per tutti, ma un salita che tutti i ciclisti almeno una volta dovrebbero impegnarsi ad affrontare, per la soddisfazione di essere arrivato in cima e poter dire “Io ci sono stato” e godersi il meraviglioso panorama del nostro territorio che si può godere da lassù.
Quest’anno abbiamo introdotto una novità alla competizione: la “Crono a squadre”. Le società, infatti, potranno iscrivere o il singolo o anche una squadra composta da un minimo di tre ad un massimo di cinque atleti; la media tra i tre tempi migliori ottenuti dalla squadra servirà a stilare la classifica finale.
Grazie all’Assessorato allo Sport del Comune di Gorizia, questa sarà anche il IIIo Trofeo Sabotino Tricolore. L’atleta più veloce vedrà inserito sulla targa Trofeo il suo nome e il tempo impiegato per l’ascesa, assieme ai vincitori delle passate edizioni, e la stessa rimarrà esposta presso il museo ospitato dalla casermetta in cima al monte.
Per la riuscita della manifestazioni sarà messa in campo una sinergia di collaborazioni tra diversi enti ed associazioni, tra le quali in primis: la Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, il Consiglio Circoscrizionale di quartiere di Piuma – San Mauro – Oslavia, l’associazione Sabotin, il Centro Ricerche Archeologiche e Storiche nel Goriziano, e naturalmente le altre società Team Isonzo.
La partenza della gara si terrà presso la località San Mauro del Comune di Gorizia, con ritrovo dalle ore 14.00 e partenza alle 16.00. Gli atleti partiranno un minuto l’uno dall’altro; l’altezza del luogo di partenza in via Case Noris è di m. 172; il percorso di gara si snoda su otto tornanti per una distanza km 4,3 con dislivello di 381 m. ed arrivo nel p.le antistante la Caserma sita sul Monte Sabotino a quota 553.
Le iscrizioni corredate di tutti i dati relativi agli atleti vanno inoltrate dalla Società di appartenenza entro il 05.08.10 alle ore 18.00, all’ASD Team Isonzo Amatori Via C. Battisti, 37 – Gradisca d’Isonzo fax: 1786018577, e-mail teamisonzoamatori@tiscali.it.
Si ricorda che la gara è aperta solamente alle categorie amatoriali, con specialità strada o mountain bike.
Dopo il pasta party per tutti gli atleti, le premiazioni avverranno in quota non appena sarà stilata la classifica e naturalmente dopo l’arrivo dell’ultimo partecipante.
Auspicando in un notevole numero di concorrenti, anticipiamo un caloroso in bocca al lupo a tutti i partecipanti.

Il Presidente
Giacovaz Giorgio

13-07-2010 23:14

strada

Alpe Adria Tour 2010

GRAN FONDO del COLLIO
MARATHON FRANJA

Continua il circuito Alpe Adria Tour 2010.
Domenica 11 luglio a Buttrio ( UD ) si è disputata la gran fondo Nord Est Marathon.
Si correva sulle nostre strade, sulle strade che spesso frequentiamo nei nostri allenamenti: le strade del Friuli Orientale. Sotto l’ottima organizzazione del g.s. Buttrio si è giunti alla quarta edizione di questa manifestazione; molto duro e tecnico il percorso presentato, evidenziato dal gran caldo di stagione.
Due i percorsi a disposizione degli atleti, che attraversavano le colline i vigneti e i boschi di questo angolo di Friuli. Sul percorso di gran fondo, sulla distanza di 153 km si avevano ben 2500 mt di dislivello, dovendo superare le salite di S.Anna, la lunga ascesa al Drenchia culminante ai 600 mt di Tribil Superiore, Stregna, Ianich, Abbazia di Rosazzo, Montecristo e la dura salita al Passo Glevizza che con i suoi 997 mt rappresenta il tetto della corsa. Su questo tracciato si sono cimentati i nostri Negro Mauro, Sciortino Danilo e Rosin Roberto impiegando tra le 5 e le 6 ore classificandosi a centro gruppo.
Grande presenza dei nostri colori nel percorso di medio fondo. Ben 22 atleti del Team Isonzo si sono cimentati sul percorso di 115 km che vedeva un dislivello di 1700 mt. Analogo gran parte del percorso della gran fondo ad eccezione della salita al Passo Glevizza.
Nuova ottima prestazione di Bolzan Viviano che con il tempo di 3h28’ si è classificato al 24° posto assoluto veramente a ridosso dei primissimi ; anche qui a dimostrazione dell’ottimo stato di forma dopo la bella prova alla Maratona delle Dolomiti. Dopo pochi minuti si è registrato l’arrivo dei puntali Comelli Massimo e Camuffo Mauro. L’ennesima bella prova dei due ha rafforzato la loro posizione in classifica di categoria nel circuito Alpe Adria. Sotto le quattro ore si sono classificati anche Nicolin Matteo e Bevilacqua Paolo chiudendo a ridosso dei primi 100.
A seguire, o in solitaria o in gruppetti, sono arrivati i restanti rappresentanti del nostro team :
Cumin Federico, Toso Dario, Bordignon Giorgio, Zorzetti Edi, Spanghero Luciano, Princic Fabiano, Avian Loreno, Macuglia Alessio, Pelosin Mauro, Cappelli Giordano, Rossi Diego, Oliva Giorgio, Lusin Paolo, Oliva Roberto, Bassanese Edi, Matcovich Tiziano e Tomat Roberto.
Sempre facente parte al circuito Alpe Adria, un mese fa, precisamente il giorno 13 giugno si è disputata la ventinovesima edizione della Marathon Franja.
La prova slovena vedeva la partenza dalla città di Lubiana, e presentava due percorsi agonistici.
Nel percorso di gran fondo, si è registrata la presenza del nostro Rosin Roberto. Il nostro portacolori ha completato il tracciato di 157 km dove la maggiore asperità si riscontrava sulla salita di Kladje culminante ai 787 mt del passo. Sul percorso di medio fondo, sulla distanza di 97 km, ottima prestazione di Camuffo Mauro, Bolzan Viviano e Comelli Massimo che hanno concluso la prova nelle primissime posizioni. A seguire: Bordignon Giorgio, Zorzetti Edi, Cumin Federico, Spanghero Luciano, Toso Dario, Avian Loreno e Cappelli Giordano.
A tutti gli atleti del Team Isonzo un plauso per essere sempre presenti nelle varie manifestazioni regionali, nazionali ed internazionali.

13-07-2010 21:52

strada

Si ricomincia dopo 6 mesi.

La 24h della Serenissima di Barbarano Vicentino
Mesi di fermo dovuti a problemi fisici (schiena), ma che ora paiono finalmente risolti.

La 24h della Serenissima di Barbarano Vicentino, sarà quindi “la prova del nove”, per verificare
le mie attuali condizioni.

Già dalla settimana antecedente la gara ( 3 – 4 luglio), si presagisce, considerata l’alta temperatura,
che sarà un fine settimana di fuoco, e questo comporterà un’ ulteriore carico di fatica, alla prova da
affrontare.

Arrivo a Barbarano nel tardo pomeriggio del venerdì, il tempo di sistemare la tenda, e tra una chiacchera
e l’altra, con amici più o meno nuovi, scopro con piacere, che ci sono molte manifestazioni di contorno
alla 24h. Una 12h di beach volley, una di calcetto, che cominciando alle 18:30, si protrarranno fino al
mattino successivo.
Stimoli in più, che arricchischino una bella manifestazione, e che servono a farci vivere il mondo dello
sport a 360°.

Potete però immaginare, quanto possa aver dormito, tra la calura opprimente della notte ed il continuo
frastuono dei due tornei in corso….Se ho chiuso gl’occhi per un paio d’ore, a questo punto, direi che é
stato tanto!

La mattina dopo colazione, sono comunque pronto e motivato, la solita verifica iscrizione ed iniziano i
preparativi….Acqua e bibite varie fanno da padrona…come pure la calura che si fa sentire già verso le 9.

Mi chiedo perciò…Cosa ci attenderà alle 13 quando verrà dato il via alla 24h???
Saremo in grado di oltrepassare la soglia che ci siamo preposti?

Non posso parlare per gli altri, ma per quanto mi riguarda lo sarò, ed insieme a loro, aspetto quindi
che scorrano i pochi minuti che ci separano dal…Via!

I primi giri se ne vanno in velocità, ma l’afa é opprimente e si beve tanto, per placare almeno un po’,
l’immane caldo che ci circonda.

Dopo qualche ora, i primi “solitari” iniziano purtroppo a ritirarsi, causa i 40 passa gradi che inesorabilmente
continuano a piacchiare addosso, ma nonostante tutto non mollo, anche se la calura é così pesante, che in
certi punti si fa fratica a respirare.

Continuo…Continuo a macinare giri, ed alla mezzanotte, mi ritrovo IV nella classifica dei “solitari”, ma la
schiena che sembrava tranquilla inizia a darmi dei fastidi. All’una decido di far pausa. I 6 mesi di fermo
a questo punto, si fanno sentire.

Qualche ora di sonno, il ritrovare dentro di me lo spirito del ripartire, ed alle 5:30 sono nuovamente sul
percorso al decimo posto.

Giro dopo giro, accompagnato dal ritorno del sole e della calura, arrivo alla fine della 24h con un risultato
più che inaspettato: Settimo classificato tra i “solitari”.

La gara é ormai finita, l’obbiettivo che mi ero preposto l’ho superato, ma adesso, risistemando lentamente
le mie cose in auto, tra un saluto e l’altro agl’amici, é arrivata l’ora di ritornare a casa e nella mente c’è già
il prossimo obiettivo…La 12h di San Odorico !

08-07-2010 00:11

strada

SPORTFUL DOLOMITI RACE a FELTRE
MARATONA DELLE DOLOMITI a CORVARA

TEAM ISONZO all’assalto delle vette dolomitiche

ARRIVANO le DOLOMITI…
Con l’estate, arrivano le gran fondo con le grandi montagne e a farla da padrone sono due tra le più blasonate gare del calendario italiano: la Sportful Dolomiti Race di Feltre e la Maratona delle Dolomiti di Corvara. Mentre per la prima, parteciparvi e concludere il percorso lungo vuol dire compiere una mezza impresa, avendo un chilometraggio che supera i 200 km e un dislivello superiore ai 5000 mt pari ad un tappone del giro d’Italia o del tour de France, per la seconda, il solo fatto di parteciparvi vuol dire nel vero senso della parola aver già vinto una “lotteria” !
Il fascino di poter pedalare sulle mitiche montagne, teatro di gesta indimenticabili della storia del ciclismo, dà a tutti, anche ai meno scalatori, un’adrenalina per poter compiere la propria impresa ;se poi mettiamo anche che le dolomiti sono state appena nominate patrimonio dell’Unesco…..
Veniamo alla cronaca:
Domenica 20 giugno a Feltre era in programma la Sportful Dolomiti Race ( ex Campagnolo ), una gran fondo che pur risultando durissima riesce ogni anno a portare ai nastri di partenza dai 3500 ai 4000 ciclisti. Un autentico flagello di pioggia e freddo condiziona notevolmente l’evento : percorso lungo cancellato perché la mattina della gara mentre alla partenza di Feltre piove e fa freddo, sul passo Valles e sul passo Rolle è caduta una copiosa nevicata ! Impossibile arrivare in cima. L’organizzatore Ivan Piol per motivi di sicurezza dirotta tutti sul percorso di medio fondo.
Dei 3500 iscritti ne partono un migliaio per il solo percorso rimasto : 122 km con 2600 mt di dislivello. Tra questi “pazzi-coraggiosi” una maglia del TEAM ISONZO indossata dall’indomito Bevilacqua Paolo. Il nostro portacolori con molta caparbietà, chilometro dopo chilometro, attraversa la valle del Mis, valica forcella Franche, doma “ l’aspro “ Cereda ( come viene definito da un mitico scalatore di passi… ) e poi sceso a Fiera di Primiero comincia con successo l’ultima scalata: il Croce d’Aune, per poi piombare esausto e infreddolito al traguardo di Feltre. Complimenti al nostro Paolo, che ha concluso la prova in poco più di 5 ore classificandosi a centro gruppo, tenendo conto che pedalare in quelle condizioni era veramente difficile.
Domenica 04 luglio a Corvara altro scenario: una giornata fantastica.
Il tutto comincia molto prima….
Già ad ottobre ci son state le pre-iscrizioni: vogliamo parteciparvi in tanti, noi del Team Isonzo ci iscriviamo in più di 50 ! Ma la “lotteria” non è per tutti fortunata: solo una ventina di noi ricevono il pass. Sembra la maratona podistica di New York: è un evento mondiale, tutti vogliono parteciparvi ( quasi 30000 richieste ! ); alla fine partono in 8800 rappresentando 42 nazioni !
Qui a Corvara , i ragazzi di Michil Costa ci sanno fare, tanto da proporre 6 ore di diretta rai tv e strade completamente chiuse al traffico. I passi da affrontare ( una volta scelto uno dei tre percorsi proposti ) li conoscono tutti: Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, Giau, Falzarego e Valparola.
Sul percorso lungo, 138 km con oltre 4000 mt di dislivello si ha la presenza di tre concorrenti del nostro team, con risultati veramente ottimi. Su quasi 4300 arrivati si registra il 179° tempo assoluto di Bolzan Viviano con il tempo di 5h42’. Di seguito tra i primi 500 anche Bearzot Gianni in 6h05’ e Comelli Massimo in 6h10’.
Sul percorso di medio fondo che prevedeva oltre al Sella Ronda , anche le scalate al Campolongo (2° pas. ) Falzarego e Valparola per 106 km. su quasi 3000 arrivati, anche 15 atleti del team Isonzo.
I primi dei nostri a giungere al traguardo sono Sciortino Danilo e Cappelli Silvio con l’ottimo tempo di 4h38’ che li colloca tra i primi 300. Poco oltre le 5h l’arrivo di un tenace Cumin Federico. Con 5h18’ un altro gruppetto con gli esordienti Trevisan Peeter e Novelli Andrea assieme all’inossidabile Gregorin Renzo. A seguire con tempi tra le 5h30’ e le 6h30’ tutti gli altri nostri atleti: Bordignon Giorgio, Toso Dario, Cappelli Giordano, Pelosin Mauro, Giacovaz Giorgio, Marizza Fulvio, Matcovich Tiziano, Dibarbora Enrico e Bassanese Edi.
A tutti il plauso per aver portato a termine con determinazione e a volte con ottimi risultati la dura prova dolomitica, senza dimenticare che vanno citate anche le mogli e i figli presenti nella trasferta alto atesina che hanno aspettato e incitato i nostri portacolori.

20-06-2010 11:29

strada

L’INFERNO DEL NORD

GIANNI BEARZOT presente alla mitica PARIGI ROUBAIX

Prendere parte alla Parigi Roubaix vuol dire affrontare un percorso leggendario: è sicuramente la corsa più affascinante e spietata nel mondo professionistico, non per niente è anche chiamata “ l’inferno del nord “. Non ci sono salite che fanno la differenza ( anche se la prima parte tutta vallonata comunque crea un dislivello superiore ai 1000 mt ) …. Ma c’è il PAVE’ ! E’ qui che avviene la differenza, è qui dove si ha la selezione dal dietro ! Il pavè che si affronta in questa massacrante corsa è il più tremendo che si conosca.
Grandi nomi del ciclismo di un secolo hanno scritto la storia della “ corsa delle pietre “. Tra i professionisti c’era chi l’odiava, ma che la vinse ugualmente ( come Hinault ), ma anche chi l’amava, tanto da chiudervi la carriera con una maglia con su scritto “ Merci Roubaix “…. Il mitico Franco Ballerini .
Anche per gli amatori c’è la possibilità di disputarla, di ritagliarsi il proprio giorno di gloria; arrivare al velodromo di Roubaix e dire “ce l’ho fatta “ per potersi portare a casa il fantastico ricordo consistente in un blocchetto di pavè. Viene disputata tutti gli “ anni pari “e quest’anno ha raggiunto la 31°edizione. L’obbiettivo dell’organizzazione è di permettere a più gente possibile di partecipare a questa grande festa del cicloturismo internazionale. Le emozioni sono garantite per i più coraggiosi che affrontano e terminano il percorso completo ( ma  anche per coloro che affrontano i percorsi intermedi ).
Si affrontano ben 255 km di cui 49 di pavè. Prende il via da Cambronne – Les Ribècourt, nei pressi di Compiègne, e ricalca l’identico percorso della corsa professionistica. Arrivo per tutti al velodromo di Roubaix. Da molti anni non si parte più da Parigi, perché i tratti dell’antico pavè sono racchiusi in un territorio molto ristretto del nord est della Francia, tanto da obbligare gli organizzatori a disegnare un percorso diverso per poterli affrontare.
I settori in pavè sono 27 e sono numerati in ordine decrescente:
sicuramente i più mitici sono quelli dove si son viste le gesta dei grandi campioni, come la Foresta di Arenberg, Mons en Pevele e Carrefour de l’Arbre.
Per questa edizione che si è svolta domenica 6 giugno, alla partenza si sono presentati ben 4000 audaci e  tra questi una maglia del TEAM ISONZO: portata dal nostro Gianni Bearzot.
Gianni per quest’evento si è affidato all’agenzia italiana Blu di Freccia che cura le trasferte per i ciclisti che vogliono affrontare le gare che emulano le corse professionistiche del nord.
Ben preparato all’evento, si è presentato con una doppia imbottitura al manubrio per contrastare le vibrazioni provocate dal pavè, ma nulla ha potuto per contrastare il tempo.
Dopo i primi 100 km veloci e vallonati, si è scatenato sul percorso un tempo infame: pioggia e nebbia, tanto da rendere il tutto più difficile, dovendo affrontare “ le pietre “ spesso ricoperte da acqua e fango. Assistito dalla fortuna ( senza incidenti e guai meccanici ) comunque arrivava con molta emozione di successo al velodromo di Roubaix dopo 9 ore di fatiche .
Al nostro Gianni vanno i vivi complimenti perché come ogni anno riesce  a portar lustro al nostro sodalizio, portando la maglia del Team Isonzo sui percorsi delle gare più dure e belle d’Europa portando a casa sempre degli ottimi risultati.

16-06-2010 23:43

strada

TEAM ISONZO alla G.F. EDDY MERCKX

Valpolicella, Lessinia, Massiccio del Monte Baldo ….

GRAN  FONDO EDDY MERCKX – CHALLENGE GIORDANA
Rivalta  di  Brentino – Verona.

Binomio di successo per l’organizzazione della gran fondo che chiudeva il circuito “ challenge Giordana “. Da una parte il famoso marchio di prodotti tecnici nel vestiario sportivo, dall’altra il nome del più grande ciclista di tutti i tempi: il “cannibale” EDDY MERCKX.
Domenica 13 giugno, in quel di Rivalta di Brentino ( VR ), si è svolta la quarta edizione della gran fondo dedicata al campione belga. La prova, molto apprezzata, ha portato ai nastri di partenza più di 2000 concorrenti. Molti i big al via; dai campioni del passato ( più o meno recente ) come Merckx, Gimondi, Battaglin, Bartoli, Lelli, Minali, Pontoni, Cipollini e la Luperini ….. , a professionisti in attività, legati al marchio sponsorizzante, come la ISD al completo, capitanata da Giovanni Visconti, e la campionessa Tatiana Guderzo.
Il TEAM ISONZO presente un po’ ovunque in questo scorcio di stagione, si è presentato con cinque atleti: Bevilacqua Paolo, Gregorin Renzo, Marizza Fulvio, Spagnolli Diego e Beraldo Gianni.
Mentre i primi tre erano qui per completare con successo il circuito challenge Giordana, per Diego e Gianni si trattava di una trasferta a “ caccia di colli “.
Come da tradizione, i due scalatori hanno approfittato del sabato per farsi un “giretto”in zona:
una quarantina di km per conquistare Passo dello Sceriffo, Passo Lumini, sella di S. Bartolomeo e la mitica Punta Veleno ( dal versante facile … ) , totalizzando oltre 1000 mt di dislivello… forse un po’ troppi il giorno prima della gara !
Domenica mattina la giornata si presenta bella ma troppo afosa…
Partenza velocissima con il gruppo tirato dai corridori della ISD; si susseguono: sella di Zuane, sella Mazzurega ( 438 mt ) e la lunga ascesa che porta ai 914 mt di Fosse.
Dopo una veloce discesa  che porta all’abitato di Peri, il gruppo si divide: chi opta per il percorso di medio fondo ritorna a Rivalta dopo una novantina di km con 1700 mt di dislivello.
Tra questi, il nostro Paolo conclude con l’ottimo tempo di 2h 50’, mentre poco dopo le tre ore di gara giunge al traguardo anche Fulvio, che con rammarico si vede forzare la scelta del percorso causa le non perfette condizioni fisiche.
Per i nostri tre che invece continuano sul percorso lungo, si presentano una ventina di km per risalire la val d’Adige, passando sotto la minacciosa presenza della salita di Fittanze della Sega, una delle più toste salite d’Italia.
Arrivati in località Mori: il punto decisivo della gara. La lunghissima salita di ben 23 km che prima porterà al Passo S. Valentino per poi proseguire sino alla “cima Coppi” : rifugio Graziani ( 1656 mt )
In corrispondenza alla Bocca di Creer. La salita, che viene effettuata nell’orario peggiore, ( con il sole e l’afa di mezzogiorno ) si presenta come l’ostacolo più ostico della giornata. Molti concorrenti vanno in crisi specialmente nella parte centrale, dove si riscontrano tratti con pendenze del 15 % !
Il primo dei nostri a giungere sul ristoro posto in corrispondenza del Passo è Diego, mettendo in evidenza le sue indubbie doti da scalatore; dovranno passare diversi minuti prima di veder arrivare in cima uno “sfinito” Gianni.
Inizia la lunga discesa, che passando per Bocca di Navene, porta dopo più di 20 km i corridori nel centro di Avio. Da qui gli ultimi 10 km in falsopiano fino al traguardo, dove i “nostri” concludono i 153 km con ben più di 3200 mt di dislivello in poco più di 6 ore. Pochi minuti più tardi si registra anche l’arrivo di Renzo, che forte della sua esperienza, aveva deciso d’affrontare la lunga salita a ritmo regolare, arrivando cosi al traguardo un po’ meno affaticato, comunque a centro gruppo.
Per tutti poi ritrovo sotto il tendone del pasta party per brindare con una ottima birra fresca alla bella prova completata . Ottima l’organizzazione, veramente bello e tosto il percorso…. Il Team Isonzo sicuramente ci ritornerà.

08-06-2010 22:47

strada

GRAN FONDO DAMIANO CUNEGO

IL TEAM ISONZO NEL CUORE DELLA LESSINIA

Ennesima trasferta in Veneto per il TEAM ISONZO.
Domenica 6 giugno  si è corsa a Verona la gran fondo Damiano Cunego.
Questa prova giunta alla quinta edizione si conferma come una delle manifestazioni più apprezzate
tra gli amatori, anche se quest’anno hanno avuto qualche problema per gestire la partenza del folto plotone. Comunque, forte di una collaudata organizzazione, la prova si è attestata al numero di 3500
iscritti, che la colloca per numero tra le più blasonate gare del circuito italico.
Quest’anno la vedeva inserita nell’Unesco Cycling Tour e nel Challenge Giordana.
Partenza all’interno della caserma Passalacqua nel cuore di Verona, per poi prendere la direzione verso i monti della Lessinia dove si snodavano i tre tracciati preparati dall’organizzazione.
Come da tradizione, lo stesso Cunego si è preso la briga di disegnare il tracciato, prendendo spunto dai suoi percorsi d’allenamento.
Nel percorso più lungo eravamo rappresentati da Mauro Negro, che ha coperto i 150 km in 5h 47’.
Più di 3500  i mt di dislivello  da superare, dove le maggiori asperità erano: valico Provalo, Bosco chiesanuova  ( 1180 mt ), Campofontana ( 1230 mt ), Bettola di Velo ( 1110 mt ) e S.S. Trinità.
Il nostro Mauro ( amante dei percorsi lunghi e tosti ) si è ben figurato arrivando a centro gruppo.
Nel percorso di medio fondo avevamo la presenza dell’ottimo Paolo Bevilacqua, che con il tempo di 3h 19’ si è classificato a ridosso dei primi. Pochi minuti più tardi l’arrivo di Renzo Gregorin e Fulvio Marizza, che comunque sotto le quattro ore hanno completato la prova classificandosi a centro gruppo. Un centinaio i km percorsi dai nostri tre atleti per un dislivello di quasi 1700 mt.

04-06-2010 22:53

strada

gran fondo 7 Rocche Toscane
medio fondo della Ceramica
Karnten RadMarathon Austria

TEAM ISONZO impegnato ovunque

Tripla trasferta per il TEAM ISONZO:
Domenica 30 maggio il TEAM ISONZO era presente in tre manifestazioni ciclistiche amatoriali :
in Toscana, in Emilia e in Austria.
In Toscana, e precisamente a Massa Marittima eravamo rappresentati da Spagnolli Diego.
Qui si correva la prima edizione della gran fondo “ 7 rocche Toscane “ . La prova che era valida per il circuito del Granducato prevedeva un percorso impegnativo che però regalava dei paesaggi di rara bellezza. Il nostro portacolori si è cimentato sul percorso lungo che prevedeva dopo la partenza da Massa Marittima un percorso zeppo di saliscendi, dove le maggiori asperità erano il colle di Montieri, il Chiusdino, il Boccheggiano, Roccastrada, Montemassi e colle Accesa, fino al rientro a Massa dove era previsto un atipico arrivo in salita.
Diego, mettendo in evidenza le sue doti di scalatore, ha approfittato di questo ultimo tratto di un paio di km in pavè per regolare il gruppo con cui era giunto in prossimità dell’arrivo; il fatto che questa erta viene chiamata ( dai corridori locali ) “ spacca petto “ la dice lunga !
Comunque molto buona la prova del nostro atleta giunto al traguardo in 94° posizione ( un migliaio gli iscritti ) con un tempo di 4h 42’ per coprire il percorso di 145 km con più di 2000 mt di dislivello.
In Emilia, e precisamente a Salvarola Terme – Sassuolo  ( Mo ) si è corsa la medio fondo della Ceramica. Qui avevamo il nostro Bearzot Gianni.
La prova giunta all’ottava edizione prevedeva un percorso impegnativo, dove in 120 km si doveva superare un dislivello di quasi 1500 mt.
Tetto della corsa, i 770 mt di Serramazzoni, mentre altre asperità erano le salite di Polinago, Case Matteazzi e Chiesa di Caldiroggio.
Buona la prova di Gianni che è giunto al traguardo in 3h 50’ , classificandosi a centro gruppo.
Molto affollata invece la trasferta del TEAM ISONZO in terra d’Austria. Ben 15 nostri atleti si sono presentati a Bad Kleinkircheim per disputare la “Karnten RadMarathon” .
La prova Austriaca fa parte del circuito Alpe Adria 2010 , dove diversi nostri atleti sono iscritti.
Qui, a differenza delle prove disputate in Italia, i nostri hanno trovato un tempo davvero inclemente,
flagellato da pioggia e freddo. A farne le spese è stato Bolzan  Viviano  che si è dovuto ritirare causa una brutta caduta che ha coinvolto diversi atleti mentre era nelle primissime posizioni del gruppo. Fortunatamente nulla di grave per il nostro atleta cui auguriamo un pronto ritorno alle gare.
Davvero inclemente il tempo dove il vento e la pioggia hanno condizionato lo svolgersi della manifestazione; due i passaggi oltre i 2000 mt dove si sono riscontrate temperature di solo 2 °C !
Il percorso pur non essendo lungo ( 106 km ) prevedeva un dislivello importante, da superare:
Eisentalhohe ( 2042 mt ) e Glockenhutte ( 2024 mt ), ma erano le rispettive discese il punto più arduo. Tra i nostri, i primi a giungere al traguardo sono stati Comelli Massimo e Camuffo Mauro con il tempo di 3h 50’ ( questa ottima performance li rilancia nelle rispettive classifiche di categoria nel circuito Alpe Adria ) . Via via poi l’arrivo: chi in solitaria, chi in gruppo di : Gressani Claudio, Bevilacqua Paolo, Cumin Federico, Zorzetti Edi, Spanghero Luciano, Avian Loreno, Rosin Roberto, Toso Dario, Bordignon Giorgio, Cappelli Giordano, Bassanese Edi e Pelosin Mauro.
A tutti gli atleti un plauso per l’ottima rappresentanza per il nostro team.

31-05-2010 23:48

strada

Gran Fondo NOVE COLLI Cesenatico

trasferta in Emilia Romagna per il TEAM ISONZO

Domenica 23 maggio, Cesenatico, Emilia Romagna

Come da tradizione, la penultima domenica di maggio è il giorno della NOVE COLLI.
La “regina” delle gran fondo giunta quest’anno alla 40° edizione, vedeva al via ben 12000 corridori.
Il tetto massimo di iscritti prefissato dall’organizzazione era già stato raggiunto a gennaio ….
Come la maratona delle dolomiti, la prova di Cesenatico si presenta come una delle più blasonate gare del calendario granfondistico italiano.
Come ormai da molti anni, la nostra squadra è sempre presente: ben 10 dei nostri atleti si sono presentati all’alba di domenica 23 maggio ai nastri di partenza della prova romagnola.
Partenza alle 06:00 di mattina, e da chissà che ora i primi erano già in griglia….
I nostri Gianni Bearzot ed Elisabetta Del Monaco hanno preso parte al percorso lungo di 205 km che prevedeva la scalata dei classici 9 colli : Polenta ( 287 mt ), Pieve di Rivoschio ( 397 mt ), Ciola ( 486 mt ), Barbotto ( 507 mt ), Tiffi ( 394 mt ), Perticara ( 653 mt ), Pugliano ( 791 mt ), Passo delle Siepi ( 414 mt ) ed infine Gorolo ( 349 mt ), il tutto per ben 3840 mt di dislivello !
Quasi 60 km di salite, dove le pendenze maggiori ( 18 % max ) si sono riscontrate sul colle del Barbotto: salita simbolo della manifestazione.
Ottima la prova dei nostri atleti: Gianni ha completato la corsa in 7h 32’, mentre Elisabetta in 7h 59’. Nel percorso più breve, comunque impegnativo con i suoi 130 km per quasi 1900 mt di dislivello, si sono cimentati gli ottimi Devidè Alberto ( 4h21’ ) Bevilacqua Paolo ( 4h25’ ) e Gregorin Renzo ( 4h37’ ).
Buona  anche la prestazione di Toso Dario, Marizza  Fulvio, Bassanese Edi, Pelosin Mauro e Orlich Roberto che anno concluso di poco oltre le 5 ore. La prova dei nostri fino al colle del Barbotto compreso, prevedeva lo stesso percorso della gran fondo.
La 9 colli rappresenta un mito che sicuramente dovrebbe figurare nel palmares di ogni amatore.
Per concludere il percorso lungo, necessita un impegno non indifferente: sveglia all’alba, tante ore di sella, superare il muro dei 200 km; certo c’è chi vuol far la gara, ma anche chi non disdegna gli ottimi ristori, ma quando dopo ore si fa ritorno a Cesenatico, la soddisfazione d’avercela fatta è grande.
Per reintegrarsi dopo tanti km e tanti colli, non era da disdegnare una ottima piadina romagnola.
Da segnalare che nella serata di sabato era partita la nove colli by night: prova dedicata ai randonneurs. Tra questi, c’è stato chi ha fatto la doppia prova, arrivando a Cesenatico giusto in tempo per la seconda partenza : 420 km con 6500 mt di dislivello !
Per dirla tutta: esiste la versione podistica: ma per solo pochi “matti” !
Sempre il sabato, Cesenatico vedeva l’arrivo di tappa del giro d’Italia. I “girini” tra l’altro prima dell’arrivo hanno affrontato il colle di Perticara ed il colle di Barbotto , dove il giorno seguente si sarebbero dati battaglia ben 12000 corridori, dove come al solito il TEAM ISONZO ha ben figurato .

19-05-2010 21:55

strada

Gran fondo Matildica Cooperatori
Gran fondo città di Vicenza

trasferte in Emilia e Veneto

Due trasferte “solitarie” per atleti del TEAM ISONZO in questo ultimo fine settimana.
Nonostante il maltempo per versava sul nostro territorio, anche questa domenica si son viste maglie del nostro team ai nastri di partenza di due prove amatoriali.
A Caldogno (VI) : Mauro Negro ha partecipato alla gran fondo città di Vicenza, che quest’anno aveva come testimonial il campione del passato Gianni Motta. La gara vicentina giunta alla sua decima edizione presentava un tracciato di tutto rispetto, dove in 156 km si dovevano superare diverse asperità: San Gottardo, monte Viale, sella di Priabona e infine passo Xomo, che con i suoi 1058 mt rappresentava la cima più alta del percorso; tutto questo saliscendi portava a 2650 mt di dislivello da superare.Il nostro portacolori ha concluso la prova in 5h40’, classificandosi nel folto del gruppo.
Trasferta in Emilia Romagna per Gianni Bearzot. A Reggio Emilia si è corsa una delle “decane” tra le gran fondo. La prova emiliana è infatti giunta alla trentottesima edizione e si presenta come una delle più apprezzate nel calendario amatoriale.
Su un tracciato di 150 km si dovevano affrontare diverse salite: San Romano, San Cassiano, passo del Falò ( 834 mt ) , sella Carpineti, Trinità e Canossa, il tutto per oltre 2300 mt di dislivello.
Presente anche una gara nella gara: infatti vi era la cronoscalata della salita di Carpineti, che presentava una classifica a parte.
Il nostro atleta come suo solito ha fatto una ottima prova classificandosi a ridosso dei primi, concludendo con il tempo di 4h45’.

14-05-2010 00:00

MTB

settore MTB del TEAM ISONZO

Challenge in mtb

Nel Team Isonzo si distingue anche il settore della mountain bike.
In questo inizio di stagione diversi nostri atleti si sono distinti nelle varie gare in programma nel settore dedicato agli amanti delle ruote grasse.
I nostri FONTEBASSO e MARGARIT stanno partecipando al circuito veneto FI’ZI:K.
Delle quattro gare facenti parte hanno già disputato:
–    G.F. Tre Valli a Tregnago (VR) che si è disputata il 28 marzo su una distanza di 40 km e 1000 mt di dislivello.
–    G.F. del Durello a S.Giovanni Ilarione (VR) che si è disputata il 18 aprile su una distanza di 44 km e 1300 mt di dislivello. Oltre ai due già citati, da segnalare l’ottima performance sul terreno fangoso ed insidioso del tracciato da parte di DEVIDE’ alla sua prima esperienza in mtb.
–    G.F. città di Garda- Paola Pezzo a Garda (VR) che si è disputata il 25 aprile su una distanza di 43,5 km e 1400 mt di dislivello. Gara molto apprezzata che trova sempre un gran riscontro di partecipanti, dove il tratto più impegnativo si distingueva nella cronoscalata da Crero e S.Zeno di montagna.
Per completare il circuito, ai nostri due portacolori manca solo l’ultima prova: la mitica Lessinia Legend. La prova che si disputerà il 2 giugno a Verona sarà anche la più lunga gran fondo in mtb in Italia che sulla lunga distanza di 124 km prevede ben 3000 mt di dislivello !
Ottime prove anche per i nostri LENARDON e SPANGHERO che si stanno distinguendo nella challenge Friuli mtb.
Il 18 aprile hanno disputato la Tiliment marathon bike.
La prova svoltasi a Spilimbergo prevedeva un lungo tracciato di 100 km con ben 2200 mt di dislivello; presente anche un tracciato più corto di 50 km.
Il terreno della disputa si presentava nei greti sassosi del fiume Tagliamento e Meduna e nelle montagne delle prealpi carniche. Monte Ciaurlec e Pala le grandi asperità che trovavano il clou sulla salita per il col Palis dove si registrava la pendenza max del 19% .
Altra prova per i nostri atleti domenica 11 aprile nella gran fondo di Varmo.

04-05-2010 23:43

strada

Gran fondo FI’ZI:K , Schio (VR)
Gran fondo per Haiti , Feletto Umberto ( UD)

doppio appuntamento per il TEAM ISONZO

Doppio appuntamento per i colori del TEAM ISONZO nel week end appena passato.
Sabato 1 maggio ’10 in quel di Schio (Verona ) si è disputata la gran fondo FI’ZI:K.
Essendo questa prova veneta facente parte della challenge Giordana, si sono presentati i nostri atleti che vi si erano iscritti. Nel percorso lungo ( molto impegnativo ) si sono cimentati Gregorin Renzo e Marizza Fulvio. I due, su un tracciato di 143 km hanno dovuto spianare le salite  di Barcarola ( 742 mt ), passo Sella, colle Xomo ( 1058 mt ), passo Zovo ( 650 mt ) e infine la salita di Faedo ( 691 mt )
per un dislivello totale di 2800 mt. La lunga pedalata è stata portata a termine classificandosi nel folto del gruppo. Nel percorso più corto ( 83 km per un dislivello di 1765 mt ) , si è cimentato Bevilacqua Paolo. Il nostro atleta ha impiegato meno di tre ore per completare la prova, che vedeva le scalate della salita Barcarola, passo Sella e colle Xomo.
Domenica 2 maggio ’10 , grande appuntamento a Feletto Umberto ( Udine ) per la gran fondo per Haiti. All’appello hanno risposto una trentina di atleti del TEAM ISONZO.
Oltre ad essere una gara facente parte a più circuiti ( Alpe Adria 2010, Criterium Leon d’Oro ) questa manifestazione ha un significato particolare in segno di solidarietà verso il popolo di Haiti.
Sappiamo benissimo quanto l’associazione “pane condiviso” ( capitanata da Sante Chiarcosso, patron della manifestazione friulana ) si adopra da anni per il povero paese Haitiano. Dopo il pauroso terremoto di inizio anno che aveva messo in ginocchio Haiti, ci eravamo ripromesso di iscriverci in molti, per dare il nostro piccolo contributo : e come al solito il TEAM ISONZO è stato “presente”.
Tornando alla cronaca, le pessime previsioni meteo hanno scoraggiato qualche partecipante a prendere il via; comunque poi smentiti in quanto il meteo è stato clemente per tutta la durata della manifestazione.
Due partenze separate per i due percorsi. Per la gran fondo il via alle ore nove.
Dei nostri portacolori, buona prova per Devidè Alberto che ha completato il percorso in poco più di 5 ore. ( da segnalare che si sta preparando per la 9 colli di Cesenatico, dove farà il suo debutto sulla lunga distanza di 200 km ) . Arrivo in gruppo poi per Negro Mauro, Del Monaco Elisabetta, Cossovel Riccardo, Sciortino Danilo e Rosin Roberto. A tutti il plauso per aver completato il duro percorso di 150 km con 2970 mt di dislivello, dove le salite più importanti erano : sella Mrzili, Cappella, Monteaperta e Villanova delle Grotte.
Mezz’ora più tardi è partito il folto gruppo per la medio fondo. Percorso di 110 km con 1600 mt di dislivello. Veloce ma nervoso con le salite di Monteaperta e Villanova delle Grotte come maggiori difficoltà.
Dei nostri atleti và un plauso a Bolzan Viviano che con il tempo de 3 ore 05’ è arrivato veramente a ridosso dei primi. Menzione anche per gli ottimi Camuffo Mauro e Comelli Massimo che con il tempo di 3 ore 13’ si sono classificati nei primi 100.
Tra i quasi 700 arrivati hanno comunque fatto una buona gara tutti i nostri vari atleti :
Trevisan Peeter, Cumin Federico, Bevilacqua Paolo, Capelli Silvio, Avian Loreno, Beraldo Gianni, Spagnolli Diego, Zorzetti Edi, Toso Dario, Bordignon Giorgio, Novelli Andrea, Spanghero Luciano, Rossi Diego, Pelosin Mauro, Famea Giuseppe, Tomat Roberto, Capelli Giordano, Oliva Giorgio e Olivo Roberto.
Ultima menzione per il mai domo Bevilacqua Paolo per aver partecipato a due medio fondo in due giorni.

27-04-2010 22:59

strada

Gran Fondo Felice Gimondi a Bergamo

trasferta in Lombardia per il TEAM ISONZO

GRAN FONDO FELICE GIMONDI
Domenica 25 Aprile si è corsa a Bergamo la quindicesima edizione della gran fondo intitolata a Felice Gimondi. Il TEAM ISONZO si è presentato a questa competizione con la coppia Beraldo Gianni e Spagnolli Diego e due giovani rampanti quali Devidè Alberto e Camuffo Mauro.
La storica corsa bergamasca, pur anticipando di un mese la data di svolgimento ( n.d.r. adunata degli alpini a Bergamo in maggio ) ha mantenuto il suo tradizionale percorso impegnativo di 165 km con quasi 2800 mt di dislivello. Ottima l’organizzazione dello staff capitanato dal mitico pluricampione del passato: Felice Gimondi, tenendo conto che la prova fa parte anche del circuito del “ prestigio “ . Quasi 4000 i concorrenti al via che si sono divisi nei classici tre percorsi.
Tutti e quattro i nostri portacolori hanno portato a termine il percorso più lungo.
Molto impegnativa la prova: nell’ordine hanno dovuto superare gli “ scalini “ del colle dei Pasta ( 404 mt ), il colle del Gallo ( 763 mt ), il mitico Selvino ( 960 mt ) salita dove son state scritte importanti pagine della classica delle foglie morte: il giro di Lombardia. Di seguito la bellissima salita  di Olda culminante poi ai 766 mt di Val Taleggio, il Berbenno ( 663 mt ) e l’ultimo ostacolo di Costa Valle Imagna. Quest’ultima salita, pur non essendo la più lunga  ( 7,5 km ) presenta le pendenze max maggiori ( 13,5 % ) e scollina a 1014 mt, che portano ad un totale di quasi 50 km di salite. Molto tecniche pure le discese.
Da segnalare l’ottima prestazione di Mauro che si è classificato 295° assoluto con il tempo di 5h 42’.
Molto buona anche la prestazione di Alberto, Diego e Gianni che hanno concluso assieme, mostrando l’unità di gruppo del Team, completando il percorso in 6h 15’ .
Da segnalare che la trasferta dei quattro atleti è cominciata sabato mattina, perché come da tradizione Gianni e Diego hanno invitato i loro compagni ad una giornata non troppo rilassante per il pre gara. La mattina presto, dopo aver raggiunto la località del lago d’Iseo, come da programma è stato effettuato un giro che includeva il Passo Tre Termini oltre altre salite minori, per un totale di 60 km con quasi 900 mt di dislivello.

Potrei raccontarvi di levatacce, centinaia di km in auto, poche ore di sonno, giri in bici un po’ più lunghi del previsto, grazie a indicazioni contrastanti; oppure della funicolare per raggiungere e visitare Bergamo Alta, che solo in parte ci ha evitato centinaia di gradini ……
Ma anche di una ottima cena in compagnia, preparataci dalla titolare del B&B di Botta di Sedrina che ci ospitava.
Questo è il nostro spirito di gruppo: sfruttare al massimo la trasferta, divertirci, non lesinare con la cucina locale…. E poi concludere la prova comunque con una buona prestazione.

20-04-2010 23:14

strada

Gran fondo città di Lazise
Challenge Giordana

trasferta in Veneto

Domenica 18 aprile si è corsa a Lazise ( VR ) una gran fondo giunta quest’anno alla seconda edizione. Qui cominciamo a scoprire le carte in tavola di alcuni corridori del Team Isonzo.
Infatti dopo esser stati presenti una settimana prima a Valdagno, si sono presentati qui a nastri di partenza i nostri atleti Gregorin R. , Marizza F. e Bevilacqua P.
Sembra quindi che vogliano partecipare alla challenge Giordana, neonato circuito che congloba 5 gran fondo del Veneto.
Renzo e Fulvio si sono cimentati nel percorso lungo che prevedeva sulla distanza di 150 km un dislivello di 1650 mt. In un percorso piuttosto movimentato hanno dovuto affrontare due lunghe salite dove si sono riscontrate anche pendenze importanti : colle di S. Zeno e Maso Spiazzi.
I nostri due portacolori hanno concluso la prova piazzandosi nel folto del gruppo, dopo una gara durata per loro più di 5 ore.
Paolo, invece come nella precedente manifestazione, si è cimentato nel percorso di medio fondo.
Per lui 110 km con un dislivello di poco superiore i 1100 mt. con le salite di Brenzone e colle S. Zeno. Come al solito molto buona la sua prova.

14-04-2010 23:24

strada

gran fondo Selle Italia Cervia
gran fondo Liotto Valdagno

doppia trasferta per gli amatori del Team Isonzo

G. FONDO SELLE ITALIA, CERVIA- G. FONDO LIOTTO, VALDAGNO
Domenica 11 aprile 2010, doppia trasferta  per gli atleti del Team Isonzo

Ancora Romagna…. In quel di Cervia si è corsa la quattordicesima edizione della G.F. Selle Italia
( ex Via del Sale ).
Cominciano gli appuntamenti importanti, in quanto la prova romagnola è inserita nel circuito del “ Prestigio “ che raggruppa le più blasonate manifestazioni nazionali. Come consuetudine l’affollatissima partenza  ( usualmente dai 3000 ai 4000 gran fondisti ) è avvenuto sul lungomare Grazia Deledda, sede anche del villaggio Sportur Bicycle Expo.
I percorsi quest’anno hanno subito delle variazioni, rendendo la prova ancora più dura.
I nostri Cossovel R., Sciortino D., Del Monaco Elisabetta e Rigonat A. si sono cimentati sul percorso lungo di 165 km con il ragguardevole dislivello di ben 2200 mt.
Dopo un lungo tratto in pianura per raggiungere l’entroterra, hanno dovuto affrontare le rampe di Rocca di Bertinoro, monte Cavallo, Pieve di Rivoschio, Montevecchio e nuovamente monte Cavallo prima di far nuovamente ritorno a Cervia.
Nel percorso di medio fondo si è cimentato Avian L. Quest’ultimo ha percorso i 107 km previsti, affrontando parte delle salite citate, per un dislivello di poco superiore ai 1000 mt.
Buone le prove dei nostri portacolori che si sono piazzati nel folto del gruppo dei partecipanti.
Spostandoci di regione, in Veneto e precisamente a Valdagno, nella stessa domenica si è corsa la G.F. Liotto.
Qui sul percorso lungo 135 km si sono cimentati Gregorin R. e Marizza F.
L’ormai collaudata coppia di amici ha avuto la meglio su di un percorso difficile che prevedeva la scalata al Passo Xon , monte di Magre’, Torreselle, Quargnenta e al Passo di S.Caterina , per un dislivello totale di 2350 mt.
Molto buona anche la prova di Bevilacqua P. che si è cimentato sul percorso di medio fondo, che prevedeva una distanza di 96 km.

31-03-2010 22:53

strada

ROMAGNA CHIAMA …… TEAM ISONZO RISPONDE

GRANFONDO D.CASSANI 2010

Gran Fondo Davide Cassani, 21 marzo 2010
Finalmente l’arrivo della primavera. Dopo un inverno molto rigido, dov’è stato veramente difficile allenarsi con continuità, l’arrivo di giornate più miti coincide con una gran voglia di bicicletta.
Come da tradizione una delle classicissime gran fondo d’inizio anno, vede ai nastri di partenza atleti del Team Isonzo. Quattro nostri atleti si sono presentati in Piazza del Popolo a Faenza per partecipare alla gara organizzata dal team capitanato da Davide Cassani . Ben 2000 sono stati gli iscritti a questa classica gara Romagnola, che quest’anno vedeva la sua sedicesima edizione.
Il percorso classico, ha messo a dura prova i partecipanti ; infatti i 147 km e i quasi 1900 mt di dislivello sono numeri da non sottovalutare in questo periodo.
A partecipare all’evento sono stati i nostri due mattatori della passata stagione: Gianni Berzot e Elisabetta Del Monaco ( già qui presenti nella scorsa edizione ) , Danilo Sciortino e Cossovel Riccardo. Molto buona la prova dei nostri, specialmente Gianni che è arrivato al traguardo un po’ in anticipo rispetto ai tre colleghi.
Da ricordare che durante il percorso si sono dovuti affrontare ben 5 gpm : Monte Chioda, Monte Busca, Monte Carla, Monticino e Monte Albano.
Complimenti ai nostri quattro atleti che ben hanno figurato, …..
Ora però molti smaniano di attaccarsi il numero sulla schiena e guardano il calendario in cerca di prove cui partecipare .
Ricordiamo l’invito a tutti i nostri atleti ad iscriversi alla gran fondo Haiti ….
Diamo un piccolo segnale d’aiuto a chi ne ha tanto bisogno !

09-02-2010 14:34

strada

RESOCONTO 2009 E PROGETTI PER IL 2010

L’attività degli amatori

TEAM ISONZO AMATORI A.S.D.

Un’altra stagione si è appena conclusa. Per noi amatori facenti parte del Team Isonzo è stata una stagione di conferme. Le maglie della nostra squadra si sono viste ai nastri di partenza di diverse competizioni regionali, nazionali ed internazionali. Per ben tre volte siamo riusciti ad organizzare una trasferta di più atleti all’estero: gran fondo d’Istria, gran fondo di Lubiana e gran fondo di Lienz.
In un’altra occasione il nostro atleta Gianni Bearzot ha preso parte alla Amstel Gold Racing in Olanda, una lunga gran fondo che ricalca il percorso della classica prova dei professionisti.
Ben 11 dei nostri atleti hanno partecipato all’Alpe Adria Tour. Di questi ben nove si sono classificati nelle prime posizioni nella classifica finale ( Bolzan, Cappelli, Comelli, Franti, Messenio, Rosin, Spanghero L., Toso e Vargiu ) . Durante la stagione abbiamo tenuto fede agli impegni presi ad inizio anno, curando le iscrizioni e l’organizzazione delle trasferte alle gare proposte, aggiungendovi anche la già citata gran fondo d’Istria e la gran fondo del Monte Grappa.
In data 26 luglio abbiamo avuto modo d’organizzare il III trofeo mobili Rusin, gara di MTB svoltasi sull’ormai collaudato circuito sul colle di Medea. Anche quest’anno l’evento ha avuto un riscontro molto positivo con 150 iscritti provenienti anche dal vicino Veneto e Slovenia. L’organizzazione della gara ha potuto aver luogo grazie al supporto logistico offerto dal Medea calcio che ci ha messo a disposizione le proprie strutture e si è occupato del ristoro degli atleti; con questo cogliamo l’occasione per ringraziare il loro presidente, sig. Vincenzo Cisilin. Per quanto riguarda il supporto tecnico, i ringraziamenti vanno al team Isonzo ac Pieris che ha messo a sua disposizione la loro esperienza. Il successo di tale manifestazione, che va ad aggiungersi all’impegno già intrapreso per la prossima edizione è dovuto al fatto che il settore MTB è ormai parte integrante del nostro team. In questo settore si è distinto l’inossidabile Flaviano Richter, per la partecipazione a diverse massacranti ventiquattrore in solitaria, ultramaratone dove si è sempre ben figurato nelle classifiche finali.
La seconda manifestazione da noi organizzata è stata la IV cronoscalata del monte Sabotino. La gara svoltasi sabato 8 agosto si è disputata sul consueto “muro” in località borgo S. Mauro a Gorizia dove 45 atleti si sono cimentati alla dura prova. Da segnalare che il vincitore ha migliorato il record che resisteva dalle precedenti edizioni. In tale occasione, è stata assegnata la maglia di campione regionale di cronoscalata under e over 40 , maschile e femminile. La collaborazione con l’amministrazione comunale di Gorizia ed in particolare dell’assessore allo sport Cosma, ci ha permesso la massima diffusione dell’evento attraverso i mass media, pubblicizzando l’evento anche nella vicina Slovenia. Come nella scorsa edizione, la cronoscalata è stata intitolata “ trofeo tricolore “ . Un sentito ringraziamento al comando della brigata Pozzuolo che ha messo a disposizione la casermetta in cima al monte Sabotino in corrispondenza dell’arrivo; non da meno vanno ringraziati i componenti del comitato di quartiere di Piuma S.Mauro che si sono occupati del ristoro degli atleti.
Grazie anche a Renato Bagolin per la grande disponibilità profusa, assistendoci nella realizzazione della manifestazione.
Non solo gare per il team, ma anche spazio a gite di gruppo. Tra queste, quella di maggior successo è stata la tre giorni sul passo Stelvio svoltasi a fine agosto. La nostra presenza in Valtellina è coincisa alla chiusura al traffico del valico stradale più alto d’Italia. Alla trasferta hanno partecipato una dozzina di atleti che si sono cimentati nella dura scalata dal versante di Bormio sotto un tempo inclemente. Nonostante tutto, tutti sono riusciti nell’impresa, tanto da ritentare con successo il giorno seguente dal versante di Prato dello Stelvio; anche in questa occasione tutti hanno avuto la meglio per raggiungere i 2758 mt del passo.
In ottobre infine è stata organizzata la cena sociale presso il ristorante  Bepi Meo a San Canzian d’Is.
Durante la serata sono stati premiati gli atleti che hanno dato lustro all’associazione.
Oltre ai nove atleti già citati che si sono classificati all’Alpe Adria Tour, è stata premiata Elisabetta del Monaco per essersi classificata prima di categoria ai campionati regionali e provinciali udace e per essersi diplomata campionessa italiana ed europea di cronoscalata.
Il già citato Flaviano Richter per i suoi successi in MTB, e Gianni Bearzot per la partecipazione ai trofei “ nobili e supernobili “ classificandosi quarto di categoria.
Vengono comunque ringraziati tutti gli atleti per l’impegno dimostrato nelle varie competizioni cui hanno partecipato nel nome del TEAM ISONZO:

ATTIVITA’  2010
Anche per la stagione 2010 si preannuncia un calendario ricco di eventi sportivi. Pur non essendo fatto obbligo ai nostri tesserati di partecipare a nessuna gara, sicuramente vedremo le nostre maglie alla partenza di diverse gran fondo nazionali ed estere, oltre a gare in linea e in MTB.
Per quanto riguarda l’aspetto organizzativo, il nostro team prevede di riconfermare l’organizzazione delle due gare ciclistiche già organizzate lo scorso anno. La prima sarà: la IV edizione ( consecutiva ) del Trofeo Mobili Rosin, gara di MTB che si svolgerà sull’ormai collaudato colle di Medea. La gara si svolgerà in data 28 giugno, con l’importante supporto logistico del Medea calcio e il supporto tecnico del team Isonzo a.c. Pieris. Questo binomio associativo ci ha già garantito enorme successo nelle passate edizioni.
La seconda competizione che organizzeremo, sarà la V edizione della cronoscalata del monte Sabotino. In data 7 agosto con l’ausilio collaborativo del comune di Gorizia , della brigata Pozzuolo e del comitato di quartiere di Piuma S.Mauro, daremo il via a questa dura kermesse che vedrà al via gli amanti delle sfide con la montagna.
Per agevolare i tesserati: l’associazione ha previsto di occuparsi delle iscrizioni e l’organizzazione delle trasferte delle seguenti gare:
– gran fondo Haiti   02/05/2010
– gran fondo Bad Kleinkircheim ( Austria )   30/05/2010
– gran fondo Chianti Classic   06/06/2010
– gran fondo Nord Est Marathon   11/07/2010
– gran fondo Pinarello   18/07/2010
– gran fondo del Prosecco   03/10/2010
Inoltre per chi ne farà richieste verranno effettuate le iscrizioni per partecipare all’ Alpe Adria Tour 2010.
Per quanto riguarda la blasonata Maratona delle Dolomiti, purtroppo la fortuna non ha sorriso tutti i prescritti del nostro team. Dei 50 atleti che avevano fatto la preiscrizione, solo 20 sono stati estratti per partecipare all’evento dolomitico.
Infine, in senno al nostro sito, stiamo lavorando alla strutturazione di un blog interno dove i ciclisti navigatori potranno comunicare tra loro per organizzare uscite in strada e in MTB; oppure semplicemente per raccontare le loro esperienze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *